Ibra, la sentenza di Mourinho: «Non tornerà più ai suoi livelli. Mi ricorda Figo…»

mourinho ibrahimovic barcellona-inter
© foto www.imagephotoagency.it

José Mourinho ha commentato l’addio al Manchester United di Zlatan Ibrahimovic

La nuova vita ai Los Angeles Galaxy di Zlatan Ibrahimovic è già iniziata. Ma il suo addio al Manchester United ha lasciato un senso di rimpianto e nostalgia che il suo vecchio allenatore, José Mourinho, non ha negato. Nella conferenza stampa precedente alla gara contro lo Swansea, Mou ha dichiarato: «Per me è sempre triste quando i grandi giocatori si avviano verso la fine. Mi ricordo per esempio l’ultima partita di Figo, con me e con l’Inter, e lo ricorderò sempre come uno dei momenti più tristi che io abbia vissuto perché mi dispiace tantissimo quando quelli forti chiudono la carriera o imboccano il loro finale di carriera. Il momento dell’addio di Zlatan va più in questa seconda direzione».

L’allenatore portoghese è apparso abbastanza sicuro del fatto che Ibra non tornerà mai più ai livelli di un tempo: «Lui è un top player che il calcio europeo sta per perdere per sempre. Ibrahimovic non tornerà più al suo massimo livello di gioco, ma comunque questo periodo per lui è fantastico: andare in MLS è un modo magnifico per non passare da giocatore a ex giocatore. Questi anni che gli restano saranno ottimi per lui e per il calcio americano in generale. Ciò che può fare, insegnare, l’attrattiva che può creare, la sua personalità, la sua passione per il calcio, che ha sempre avuto da quando si è ristabilito, tutto è stato un esempio di ciò che un professionista può fare ed è ciò che sta per portare Zlatan alla MLS e agli USA come Paese calcistico: questo sarà un modo per lui per godersi l’ultimo paio d’anni di calcio che gli restano da giocare».