Inter, ancora Milito: “Con la Juve non so se giocherò, ma basta vincere. Con Pazzini..”

© foto www.imagephotoagency.it

Diego Milito ha lasciato tantissime dichiarazioni durante l’intervista a Inter Channel, parlando della prossima sfida contro la Juventus: “Penso innanzitutto a vincere, a una bella prestazione della squadra, tutti sappiamo cosa significa questa gara, poi abbiamo bisogno di punti, è una partita importantissima. Un mio gol contro la Juve per una notte di gloria a San Siro? Me lo auguro, ma al di là  del mio gol l’importante è vincere. Questo mi auguro. Se sarò in campo mi auguro ovviamente anche di segnare, ma non so se giocherò o non giocherò, e poi lo ripeto, l’importante è che la squadra vinca”, passando alle voci che lo vorrebbero lontano dall’Inter: “Cose che ho sentito anch’io ma che non ho mai detto e che non sono assolutamente vere. Io sto bene qui, non ho problemi con nessuno, nè con Ranieri nè con nessun altro. Nè sono arrabbiato quando non gioco: certamente può capitare che uno si arrabbi e non conosco un giocatore al mondo che non si arrabbi quando non gioca, uno vuole sempre essere in campo, ma detto questo sono un professionista, che viene al campo, che cerca di allenarsi al massimo e di dare il suo contributo, aspettando l’opportunità  da parte dell’allenatore. E poi non dimentichiamoci che la cosa più importante è sempre il gruppo, non il singolo”
Infine sull’intesa con Pazzini: “Non ho problemi a giocare con Pazzini, non ho problemi a giocare con nessun altro attaccante che è qui all’Inter. In carriera ho giocato sia con un altro attaccante simile a me quanto a caratteristiche sia con quelli diversi da me. Ho giocato con differenti moduli anche, non ho nessun problema ad adattarmi. Se con Pazzini mi pesto i piedi? No, abbiamo giocato 2-3 partite insieme e non abbiamo fatto male”