Inter, ancora Mourinho: “Questi giocatori sono eroi, siamo felicissimi”

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

L’allenatore dell’Inter, Josè Mourinho, dopo aver rilasciato alcune dichiarazioni ai microfoni della Rai, è intervenuto anche ai microfoni di Sky Sport per commentare la vittoria nel doppio confronto in semifinale di Champions League che permette all’Inter di accedere alla finale di Madrid: “Il più bel successo di tutti. Non sono io stasera, siamo noi, è l’Inter. L’Inter non giocava una finale di Champions da 38 anni, questa è una cosa che tutti aspettavano. Non è una squadra di bambini con 15 anni di carriera per aspettare un’altra finale, ci sono calciatori avanti nella carriera con più di 30 anni che non avrà  molte altre opportunità  e per loro è una soddisfazione incredibile e per me è una gioia che mi rende veramente felice. Non penso ai problemi degli altri. Io penso positivo e penso positivo con i nostri, gli interisti ora sono ‘pazzi’, pochi qui e tanti altrove. Ora abbiamo tante partite importanti come finali e un’altra a Madrid. Oggi sì, parliamo di finale, di Bayern e festa. Domani si dorme e dopodomani pensiamo già  alla gara di Roma contro la Lazio che è difficilissima. Ora dimentichiamo la Champions e pensiamo solo al campionato. La nostra squadra ha avuto due momenti importanti: uno, come abbiamo giocato in casa, e un altro è stato quando qualcuno ha avuto la scelta delle maglie e noi abbiamo capito che stavano in difficoltà  ed avrebbero fatto di tutto per vincere questa partita. La squadra oggi se giocava in dieci, non perde mai la partita, se gioca in dieci con Pandev, magari la vince anche, ma giocare in dieci per più di un’ora in questo stadio contro una super squadra, sono degli eroi. I nipoti dei giocatori un giorno sentiranno parlare dei loro nonni come gli eroi di Barcellona. Figo è felice? Mi deve ringraziare, lui non è più l’uomo più odiato della Catalogna”.