Inter, Mancini: «Sarri è vergognoso. Mi ha chiamato finocchio, non merita il calcio» | Rai Sport

© foto www.imagephotoagency.it

Napoli – Inter, clamoroso epilogo nel finale con le parole di Roberto Mancini

L’Inter vince a Napoli ed accede alle semifinali di Coppa Italia: al San Paolo hanno deciso le reti, entrambe nella ripresa, siglate dai due slavi Stevan Jovetic ed Adem Ljajic. Delusione per gli uomini di Sarri, la banda Mancini si riscatta dopo la sconfitta incassata in campionato.

PAROLE CLAMOROSE – Ecco le dichiarazioni rilasciate ai microfoni della Rai dall’allenatore dell’Inter Roberto Mancini nel postpartita della sfida del San Paolo: «Il battibecco finale? Dovete domandare a Sarri, è un sessista e razzista e gli uomini come lui non possono stare nel calcio. Mi sono alzato per chiedere perché fossero stati assegnati così tanti minuti di recupero, lui mi ha offeso appellandomi come frocio e finocchio. Ha sessanta anni, si deve vergognare, in Inghilterra non lo farebbero neanche entrare in campo. Nel postpartita sono andato a cercarlo, lui si è scusato, ma gli ho detto che si deve vergognare. Se questi sono gli uomini, sono contento di essere quello che Sarri mi ha detto. Scusate, sono molto nervoso, non ho intenzione di parlare della partita».