Ausilio: «Prestazione inaccettabile!» | PS

© foto www.imagephotoagency.it

Il d.s. nerazzurro deluso: «Senza attenzione e personalità»

Si complica la corsa verso l’Europa per l’Inter dopo la sconfitta con la Juventus. E’ deluso Piero Ausilio, che analizza la crisi nerazzurra ai microfoni di Premium Sport, cogliendo l’occasione per bacchettare i giocatori di Roberto Mancini.

SENZA PERSONALITA’ – «Questa sconfitta fa male, ma la situazione va contestualizzata. A Torino hanno perso anche Napoli e Roma. Avremmo voluto fare un risultato diverso, ma non sono questi i punti che ci mancano. Li abbiamo perso contro squadre che non hanno la qualità della Juventus. Nei primi minuti ci siamo fatti sorprendere, abbiamo fatto qualche regalo, poi abbiamo disputato un buon primo tempo, invece non mi è piaciuto il secondo. I moduli c’entrano poco, contano spirito e personalità. E’ un discorso di atteggiamento e iniziativa, avremmo dovuto vincere qualche duello. Mercato? Le scelte sono state concordate. Regista? Non ce ne sono molti in giro e quei pochi sono inarrivabili. A calcio si può giocare anche in altri modi, dipende da tutta la squadra. Oggi abbiamo perso perché non abbiamo giocato con attenzione e personalità, è questo non è ammissibile. Abbiamo preso Eder, non potevamo risolvere i problemi a centrocampo. Il mercato cambia con o senza Champions, ma non possiamo impostare un progetto solo su questo. Restiamo ottimisti», ha dichiarato il direttore sportivo dell’Inter.