Connettiti con noi

Azzurri

Italia, Donnarumma: «Nations League importante. Tiferò sempre Milan, spero i tifosi ci supportino»

Pubblicato

su

Donnarumma

Gianluigi Donnarumma ha parlato in conferenza stampa in vista del match di Nations League Italia-Spagna di mercoledì

Gianluigi Donnarumma ha parlato in conferenza stampa in vista della sfida di Nations League tra Italia e Spagna, in programma mercoledì sera a San Siro:

RITORNO A SAN SIRO – «Sono emozionato, Milano e il Milan sono una parte importante della mia vita e della mia carriera. Poi siamo qui in una semifinale di Nations League, una competizione a cui teniamo».

CORI VERSO KOULIBALY – «Noi giocatori siamo con lui, contro ogni discriminazione. E’ una vergogna sentire ancora queste cose, seguiamo ogni indicazione per combattere il razzismo».

GIOCARE POCO – «Non c’è nessun problema. E’ normale all’inizio ci sia un po’ di queste cose qui. Sono lì a Parigi per giocare e sono sicuro che andrà tutto alla grande, non ho alcun problema in ottica Nazionale. Vado avanti per la mia strada, spero tutto vada per il meglio».

MALDINI – «Con Paolo non c’è alcun tipo di problema, gli ho fatto i complimenti anche ieri sera. Mi fa piacere incontrare di nuovo i miei compagni, con lui parlerò tranquillamente, scherzerò. Siamo persone adulte».

SU COSA LAVORARE – «C’è sempre da imparare e migliorare. Il mio obiettivo è andare sempre più in alto,. Ci confrontiamo ogni allenamento con l’allenatore dei portieri e cerchiamo di capire su cosa posso lavorare. C’è un ottimo feeling tra di noi, cerchiamo di strutturare l’allenamento nel modo migliore».

MILAN – «Sono contento del percorso che stanno facendo, sarò sempre un tifoso del Milan. Sono contento di Pioli e lo sento spesso».

QUALIFICAZIONI MONDIALI – «Ci sono tante aspettative ma noi continuiamo con umiltà a lavorare. Conosciamo bene la nostra forza, siamo una squadra affermata e sappiamo di potercela giocare con tutti. Possiamo dire la nostra anche al Mondiale, ma ora c’è da pensare alla Nations League, che per noi è importantissima».

SPAGNA – «Mi aspetto la stessa squadra affrontata durante l’Europeo. Non sarà una gara semplice, già all’Europeo fu difficile e abbiamo dovuto dare tanto per avere la meglio. Anche ora servirà il 110% per batterli».

ALLENAMENTI AL PSG – «Sono situazioni che ti fanno migliorare tanto, ti fanno crescere. Allenarsi con tutti questi campioni ti aiuta sia a livello umano che a livello calcistico. Sono contento di allenarmi con loro e di andare avanti in questa mia nuova sfida. Cerco sempre di dare il massimo».

PSG E ITALIA – «Sono due squadre completamente diverse. Qui abbiamo un modo di giocare ben preciso, con mister Mancini abbiamo una identità definita e siamo molto contenti per come sono andate le cose. Quando arriviamo ci mettiamo sempre a sua completa disposizione. Sono due situazioni diverse, non credo si possa fare un confronto».

ACCOGLIENZA OSTILE – «Io al Milan ho dato sempre tutto fino all’ultimo, succedesse una cosa del genere mi dispiacerebbe anche perché è una gara importantissima, una semifinale di Nations League. Spero i tifosi possano aiutarci».

SERIE A – «Seguo sempre la Serie A quando posso. E’ molto equilibrata, ci sono un po’ di squadre che possono dire la loro fino alla fine. E’ un torneo equilibrato, diversi club mi hanno impressionato. Sarà molto bello seguirla».

SPOGLIATOIO PSG – «Ho trovato uno spogliatoio molto compatto, si sta molto bene a Parigi. Ci sono tanti campioni ma stiamo bene insieme, viviamo tranquillamente. Ci alleniamo col sorriso e la voglia di aiutarci».

LOCATELLI SI SPOSA – «Faccio tanti auguri a Manuel, l’ho visto stamattina e l’ho abbracciato. Ho visto la foto di ieri sera, ora mi farà vedere qualche video della sua proposta. Per me siamo lì lì, vi farò sapere…».