Prandelli appoggia Conte: «Stage? Peserà parecchio»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex ct si allinea al pensiero di Conte: «Tutto continua a essere complicato»

Niente stage per Antonio Conte, il commissario tecnico dell’Italia ha annullato il raduno dopo la scelta del Consiglio di Lega di non mandarci i giocatori di Serie A impegnati nelle coppe europee. Conte è infuriato e in molti sono sorpresi da questo avvicendarsi di situazioni, uno su tutti è Claudio Cesare Prandelli, a cui Conte è subentrato. Lo stesso Prandelli infatti pensava che le posizioni dell’Italia e della Lega si fossero avvicinate e che dalla Serie A ci fosse più volontà di avvicinarsi alla nazionale: «Tutto continua a essere complicato, anche se tra due forze così dovrebbe essere naturale capirsi di più. Fino a prova contraria l’Italia valorizza i giocatori di Serie A…».

FUTURO – La cosa che più infastidisce Prandelli è vedere che nelle altre federazioni europee c’è più collaborazione, soprattutto su calendari e date; l’ex ct però ha un’idea: «Un ct se proprio non può ottenere gli stage allora dovrebbe avere la possibilità di fare un tour lavorativo nelle squadre italiane ma ormai è tardi». Per di più per Conte la beffa arriva anche dal mancato spostamento della finale di Coppa Italia, e pure qui Prandelli – intervistato da La Gazzetta dello Sport – appoggia l’ex bianconero: «Non so cosa pesi di più, certamente il tempo per un’altra data o per tre giorni di stage si poteva trovare. Questo peserà parecchio sul futuro di Conte».