Juve-Atletico: Simeone ordina a Morata di non salutare i tifosi bianconeri

emre can morata juventus-atletico madrid
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Atletico Madrid: prima della partita Diego Simeone avrebbe vietato ad Alvaro Morata, di ritorno allo Stadium da avversario, di non avere rapporti con amici e tifosi bianconeri

Se all’andata contro la Juventus Alvaro Morata aveva inciso, ieri l’attaccante dell’Atletico Madrid è sembrato davvero inerme di fronte all’incredibile rimonta bianconera. Una prestazione, quella dell’attaccante spagnolo, figlia probabilmente di tante emozioni: il ritorno nello stadio che lo aveva cullato è stato Morata di sicuro difficile, ma pure nostalgico. Sarà anche per tale motivo che ieri Diego Simeone aveva categoricamente vietato all’ex juventino di intrattenere rapporti con tifosi ed amici bianconeri. Alvaro ha avuto modo di incontrare alcuni vecchi conoscenti solo la sera prima della partita, prima di chiudersi nel più stretto riserbo proprio in virtù delle indicazioni ricevute dal proprio allenatore.

Così ieri Morata, sin dalla mattina, non ha potuto parlare con nessun amico e tifoso della Juventus, ma nemmeno scattare foto, firmare autografi o molto più semplicemente fare un cenno di saluto nel tragitto che ha portato l’Atletico Madrid dal proprio albergo fino all’Allianz Stadium: niente di niente. Nel corso della partita Morata è rimasto concentrato, come voleva Simeone, solo sul provare fare gol, scontrandosi anche con qualche ex compagno, ma non è servito evidentemente a nulla. A fine gara lo spagnolo è uscito dal campo deluso come il resto della squadra, ma da parte dei tifosi bianconeri non c’è stato comunque alcun astio.