Allegri: «Non abbiamo giocato per 70 minuti» | Rai Sport

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus: «Finale? Obiettivo raggiunto»

Massimiliano Allegri, allenatore della Juventus, commenta ai microfoni di Rai Sport la qualificazione in Tim Cup ai danni dell’Inter: «Contento per la finale raggiunta, non era facile arrivarci dopo il calendario che non è stato certamente benevolo: innanzitutto complimenti ai ragazzi per la stagione che stanno facendo. Oggi non abbiamo giocato per 70 minuti, l’Inter ci ha messo in difficoltà e dal terzo gol abbiamo iniziato a giocare. I ragazzi tuttavia sono stati molto bravi a non mollare e a vincere ai rigori, raggiungendo così il suo obiettivo di arrivare in finale. Abbiamo preso il primo gol su una palla in uscita dove c’era un mezzo fallo su Hernanes, tuttavia non ci si deve consegnare in mano all’avversario quando la partita è brutta».

LE DICHIARAZIONI – Prosegue Allegri: «Poi le partite possono incalanarsi in una maniera diversa: il secondo e il terzo gol li abbiamo presi su un lancio di 50 metri e su un calcio di rigore. Alla fine tutto è bene quel che finisce bene. Ieri in conferenza lo avevo ripetuto che non avevamo passato assolutamente il turno: paradossalmente il fatto di aver avuto tre gol di vantaggio ci ha tolto inconsciamente un po’ di attenzione, a me era già successo a Londra contro l’Arsenal ai tempi del Milan. Uscire sarebbe stato un peccato, gli episodi hanno fatto la differenza sia all’andata che al ritorno. Rugani ha bisogno di far esperienza sopratutto nella difesa a tre, bisogna lavorarci, deve stare sereno e tranquillo, è migliorato tantissimo da quando è arrivato qui».