Juventus-Torino 4-0, pagelle e tabellino

alex sandro juventus-torino derby
© foto www.imagephotoagency.it

Juventus-Torino, Derby della Mole 6ª giornata Serie A 2017/2018: cronaca in diretta live con formazioni ufficiali, risultato, pagelle, tabellino e sintesi

Il derby della Mole d’andata del campionato 2017-18 di Serie A tra Juventus e Torino si conclude 4-0 in favore dei bianconeri, i quali ottengono la sesta vittoria in sei giornate e restano capolista a punteggio pieno con il Napoli. Torino alla prima sconfitta stagionale, e che sconfitta: la stracittadina per i granata finisce dopo appena mezz’ora, quando il centrocampista Baselli commette l’ingenuità di prendere il secondo giallo in pochi minuti per un fallo incosciente. La squadra di Allegri, che aveva già iniziato il match imponendo il suo ritmo con forcing e pressing, e che era già riuscita a passare in vantaggio con la rete di Dybala al 15′, inizia ad andare a nozze sulle difficoltà dei cugini in inferiorità numerica per la restante ora di gioco. Mihajlovic non riesce più a disporre i suoi in campo in modo da contenere Costa, Alex Sandro, Lichtseiner e Cuadrado sulle fasce, e da fermare il genio e l’estro di Dybala e Pjanic centralmente. Matuidi in mediana stravince il duello con Rincon, e Mandzukic in avanti dà il giusto dinamismo. Prima dell’intervallo è già 2-0 con Pjanic lasciato da solo e libero di andare al tiro appena fuori l’area di rigore; nella ripresa c’è solo Juve ed è Alex Sandro a stendere il Toro con un agevole colpo di testa in torsione che taglia la difesa granata e sorprende Sirigu. Al 90′ Dybala umilia gli avversari col poker. La Mole si tinge di bianconero da oggi.

JUVENTUS-TORINO: CLICCA QUI PER AGGIORNARE

Juventus-Torino 4-0: pagelle e tabellino

MARCATORI: Dybala 15′ pt 45′ st, 40′ pt Pjanic, 10′ st Alex Sandro

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon 6; Lichtsteiner 7, Benatia 6, Chiellini 6.5, Alex Sandro 7.5; Matuidi 6.5 (26′ st Bentancur ng), Pjanic 7; Cuadrado 6.5 (17′ st Bernardeschi 6.5), Dybala 8, Douglas Costa 7.5; Mandzukic 7 (34′ st Higuain 6). Allenatore: Allegri.

TORINO (4-2-3-1): Sirigu 6, De Silvestri 4.5, Lyanco 5, N’Koulou 5, Ansaldi 4.5; Rincon 4 (30′ st Gustafson ng), Baselli 3; Iago Falque 5 (29′ pt Acquah 4.5), Ljajic 5, Niang 4.5 (25′ st Boyè ng); Belotti 5.5. Allenatore: Mihajlovic.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste.

NOTE: espulso per somma di ammonizioni Baselli, ammoniti Benatia e Acquah

JUVENTUS – IL MIGLIORE

DYBALA 8: L’argentino è sempre il faro della Juventus, con le sue giocate illuminanti per trovare i varchi nelle difese avversarie. Questa sera una doppietta che ne mantiene altissimo anche la capacità realizzativa, che lo rende devastante se considerata insieme alla sua qualità straboccante per il campionato italiano.

JUVENTUS – IL PEGGIORE

BENATIA 6: Difficile trovare un uomo peggiore nella Juventus questa sera. Benatia paga il cartellino giallo rimediato a fine primo tempo per il fallo su Ljajic che si poteva risparmiare vista la situazione di doppio vantaggio e la pericolosa punizione concessa al serbo.

TORINO – IL MIGLIORE

SIRIGU 6: Prende 4 gol ma fa di tutto per tenere la barca a galla finché possibile, ma è la difesa a non esserci e a non aiutarlo stasera. Si merita la sufficienza solamente per un paio di parate miracolose sulla linea di porta, altrimenti il passivo per il Toro sarebbe stato eccessivo.

TORINO – IL PEGGIORE

BASELLI 3: Gravissima l’ingenuità di farsi espellere per somma di ammonizioni dopo appena mezz’ora nel derby, e non il primo per lui. In più l’entrata sull’avversario era completamente insensata, da giocatore che aveva spento il cervello. E si era visto anche nel brutto disimpegno lento che ha dato il là al primo gol bianconero.

Juventus-Torino: diretta live e sintesi

SINTESI SECONDO TEMPO – Il derby della Mole, già ben indirizzato sul 2-0 dopo i primi 45 minuti e l’espulsione che costringeva il Torino all’inferiorità numerica, si chiude di fatto dopo 10′ dalla ripresa col terzo gol ad opera di Alex Sandro su calcio d’angolo. A quel punto la squadra di Mihajlovic esce dal match, incapace di mantenere il campo né tanto meno di organizzare qualche contro offensiva della bandiera. Belotti preso dalla disperazione prova un tiro in solitaria, ma il Toro nel secondo tempo finisce lì. La Juventus sale in cattedra facendo la padrona della gara coi suoi ritmi e la sua qualità che a tratti subissa i cugini granata. Il vero protagonista tra i tornisti è Sirigu, che ingaggia vari botte e risposta con Douglas Costa, Alex Sandro, Mandzukic, Bernardeschi, fino a dover cedere all’ultimo minuto allo scavino di Dybala che chiude i giochi con il poker bianconero. Torino è juventina questa sera: Toro che esce dall’Allianz Arena con le ossa rotte.

48′ – Finisce 4-0 per la Juventus il derby della Mole all’Allianz Stadium!

45′ – POKER DELLA JUVE CON LA DOPPIETTA DI DYBALA: quando siamo appena entrati nel recupero, Higuain entra in area, la palla arriva a Dybala che con un tocco sotto scavalca Sirigu. Rete sul filo del fuorigioco convalidata con l’assistenza del Var dopo alcuni secondi di attesa per Giacomelli

44′ – Ci saranno tre minuti di recupero prima che la sofferenza del Torino abbia fine

43′ – Traversone di Lichtsteiner su cui Douglas Costa colpisce al volo addosso a Sirigu

42′ – Dybala scambia col neo-entrato Higuain e tenta un pallonetto morbido da fuori area ma chiede troppo anche al suo talentuoso sinistro

41′ – Ultimi 5 minuti della stracittadina di Torino, saldamente in mano alla Juventus

39′ – Belotti stanchissimo tenta la prima conclusione della sua seconda frazione, ma è completamente fuori misura e viene subissato di fischi dagli juventini

38′ – Ammonito anche Acquah per aver fermato fallosamente Dybala

37′ – Contropiede Toro con Boyè, e la Juventus commette fallo

36′ – Juventus in scioltezza quando entriamo nei 10 minuti finali di derby

33′ – Mario Mandzukic a terra per un colpo al ginocchio destro. E’ il momento di Gonzalo Higuain, cui il croato lascia il ruolo di centravanti con la standing ovation del pubblico

32′ – Ancora Mandzukic ad impegnare Sirigu: discreta prova del portiere granata nonostante la serataccia dei suoi vicini di reparto

30′ – Brilla il talento di Paulo Dybala in questo derby in notturna: splendido tunnel all’ex compagno Rincon per poi cercare la conclusione

28′ – Il Torino prova a manovrare sulla destra con De Silvestri e Boyè, ma un instancabile Mandzukic recupera palla come sa fare e tra gli applausi del pubblico

26′ – Nella Juve esce Matuidi ed entra Rodrigo Bentancur. Bianconeri che ora giocano anche di accademia e sono gli unici rimasti in campo, tra la olà del pubblico entusiastico per questo 3-0 nel derby dell’Allianz Stadium

25′ – Palo di Mandzukic sugli sviluppi del calcio d’angolo con cui il Toro si era rifugiato dopo la crisi difensiva. Entra l’esterno d’attacco Boyè per Niang.

24′ – Azione rocambolesca in area di rigore del Torino, con la Juve che prende letteralmente a pallonate la difesa granata la quale si salva con fortuna e tanto affanno

22′ – Calcio di punizione defilato dalla destra per Dybala, che prova la conclusione pazza e impegna Sirigu; è ancora corner

20′ – Cross di Bernardeschi e schiacciata a botta sicura di Mandzukic, cui Sirigu risponde con un riflesso miracoloso sulla linea di porta! E’ solo Juve adesso, il Toro è uscito dalla partita

18′ – Si fa subito notare Bernardeschi, raccogliendo un passaggio rasoterra all’indietro da calcio d’angolo e tirando con un sinistro potentissimo ma Sirigu respinge

17′ – Esce Juan Cuadrado: al suo posto entra l’ex Fiorentina Bernardeschi

16′ – De Silvestri in sofferenza con Douglas Costa sulla destra, poi Sirigu mette in difficoltà con un passaggio corto Lyanco mentre la Juve è in pressing. Ma il difensore brasiliano mostra una calma olimpica nel gestire le situazioni più critiche, anche se il disimpegno di squadra del Toro è complicato

14′ – Il Torino ora si difende dagli attacchi juventini conquistando calcio di punizione con Ansaldi. Poi i granata fanno possesso nel tentativo di riorganizzare i pensieri

10′ – TERZO GOL JUVE! Ottima percussione di Lichtsteiner, che guadagna calcio d’angolo. Dagli sviluppi il gol di testa in girata di taglio sul primo palo di Alex Sandro. Splendida torsione

9′ – Chiellini tenta il lancio lungo per Mandzukic, ma Sirigu intuisce ed esce anticipando e bloccando

9′ – Fallo di Matuidi su Belotti, che glielo aveva scippato approfittando del pressing del compagno Acquah

8′ – Timidi segnali di Toro, che adesso è alla bandierina del calcio d’angolo. Ljajic tenta il dribbling ma non riesce a liberarsi delle marcature avversarie

6′ – Malintesi tra Matuidi e Alex Sandro, che regalano palla al Toro

5′ – Ansaldi si gira bene sulla sinistra nel tentativo di andare via a Cuadrado

4′ – Belotti lottando su ogni pallone prova a far recuperare la sua squadra. Punizione Torino

3′ – Si è alzato per andare a scaldarsi Higuain; in campo Alex Sandro fa un bellissimo controllo e tiro, che si spegne alto

2′ – Niang sfortunatamente tocca il pallone col ginocchio e concede corner alla Juventus come prima azione del secondo tempo

1′ – Nessun cambio ulteriore per gli ospiti in inferiorità numerica; nemmeno per Allegri alcuna sostituzione

Derby della Mole che sta per riprendere! Juventus in campo molto prima degli avversari, segno di grande concentrazione e fame agonistica

SINTESI PRIMO TEMPO – E’ la miglior Juventus di questo inizio di stagione quella che scende in campo nei primi 45′ del derby della Mole: la formazione di Allegri parte in pressing offensivo sui difensori granata che tentavano di far girare palla per ragionare, e impone da subito alla partita il proprio ritmo. Una velocità nelle giocate sulle corsie che fa ballare il Toro di Mihajlovic, mettendolo a più riprese in crisi coi traversoni dentro l’area di rigore di Cuadrado e Douglas Costa, e grazie alle giocate nello stretto di Dybala e Pjanic. E sono proprio questi ultimi due i marcatori del 2-0 di vantaggio con cui i bianconeri sono andati all’intervallo: la prima rete dell’argentino nasce da un errore di Baselli e Rincon nel palleggio in fase di uscita, la seconda del centrocampista è una bellissima conclusione causata dalla grande libertà lasciatagli in mezzo con l’inferiorità numerica del Torino e il conseguente cambio di modulo. Ospiti in 10 dal 24′ per un’entrata scomposta di Baselli fatta quando era già ammonito. Proteste contenute dei tornisti per l’episodio, rendendosi conto del fallo scriteriato.

46′ – Calcio d’angolo Toro, che però viene respinto dalla difesa degli uomini di Allegri. E su possesso palla granata si chiude il primo tempo.

45′ – Due minuti di recupero chiuderanno il primo tempo del derby della Mole: col Toro in attacco che ora costringe Benatia al fallo, il quale si prende il giallo

43′ – Punizione insidiosissima di Ljajic che mette un pallone a scendere pericoloso nell’area juventina, ma Belotti non ci arriva! Segnalata poi la posizione di fuorigioco al “Gallo”

42′ – Ora per la Juventus è tutto fin troppo facile. Una nota curiosa: l’arbitro ha perso il fischietto mentre concedeva un calcio di punizione

40′ – RADDOPPIO JUVE CON PJANIC! Il centrocampista bosniaco si trova da solo dopo are ricevuto il pallone che viaggiava da una corsia all’altra tra Douglas Costa e Cuadrado, e per lui è fin troppo semplice infilare alle spalle di Sirigu con un tiro preciso e potente

39′ – Adem Ljajic molto nervoso, commette fallo e poi scalcia anche il pallone prendendosi il giallo da Giacomelli. Già in precedenza era andato a protestare vivamente con l’arbitro

38′ – Su una rapidissima ripartenza dal calcio di punizione battuto dal Torino, anche la Juventus ne conquista uno approfittando della squadra granata sbilanciata in avanti

37′ – Belotti conquista calcio di punizione dopo aver approfittato di una leggerezza juventina: Pjanic lo stende con un intervento al limite. Ljajic calcia ma colpisce la barriera

36′ – Ora è un 4-4-1 per il Toro, con Ljajic e Niang esterni e Acquah-Rincon in mediana

35′ – Ljajic in pressing prova a mettere in difficoltà Buffon e Chiellini

34′ – La Juve sta giocando molto bene e meglio che nelle precedenti partite; Mihajlovic invece si è seduto deluso in panchina

31′ – In pressione la Juve per tentare di chiudere la partita in superiorità numerica: Douglas Costa e Cuadrado regalano dribbling e spettacolo, Dybala al centro prova le vie centrali

29′ – Arriva la mossa cautelativa di Mihajlovic: fuori Falque, dentro il convalescente Acquah, praticamente costretto a giocare per assenza di centrocampisti in forma nella panchina del Torino

28′ – Salvataggio sulla linea di porta di Lyanco, su tiro debole di Cuadrado scaturito da cross di Douglas Costa

27′ – Nessun cambio di uomini per il Toro nonostante l’espulsione e il modulo molto offensivo: l’allenatore granata non toglie nessun attaccante ma arretra il trequartista Ljajic

26′ – Mihajlovic protesta per l’espulsione del suo giocatore, e al suo indirizzo dagli spalti juventini si alzano brutti cori razzisti che lui aveva esplicitamente denunciato in passato.

24′ – Baselli prova con coraggio a fare gioco e il Torino si affaccia sporadicamente nella metà campo avversaria. Poi Baselli travolge Pjanic e arriva clamorosamente il secondo giallo! ESPULSO BASELLI: Torino per l’ennesima volta in 10 all’Allianz Stadium

22′ – E’ il Capitano Belotti a recuperare palla per il Toro, poi va a fare a sportellate con Benatia ma il difensore riesce a far scivolare il pallone in rimessa dal fondo

21′ – Il Torino prova a reagire allo svantaggio nel derby ma con fatica

15′ – VANTAGGIO JUVENTUS! 1-0 firmato Paulo Dybala, che di sinistro trafigge Sirigu dopo un errore di disimpegno di Baselli a centrocampo e su cui Rincon non riesce a tenere il pallone in possesso. C’è anche una deviazione di N’Koulou

15′ – Niang a terra tra i fischi dell’Allianz Stadium, ma i giocatori della Juventus con fair-play mettono fuori la palla

13′ – Manovre avvolgenti della Juve che prova ad avanzare usando il gioco delle fasce e gli scambi coi terzini. Douglas Costa e Alex Sandro lavorano molto bene

11′ – Il Torino prova ad entrare in partita con un tentativo di tiro di Iago Falque dopo che gl attaccanti granata erano riusciti a portare palla fino all’area di rigore juventina, ma la difesa bianconera lo chiude bene

10′ – Punizione Juve concessa da Baselli che Pjanic utilizza per cercare di scavalcare la difesa torinista con un pallonetto e servire Cuadrado che però non riesce ad agganciare

8′ – Torino che preferisce gestire con possesso palla; la Juventus invece è aggressiva e cerca le giocate in velocità

7′ – Grande azione penetrante di Cuadrado che entra in dribbling nell’area torinista e poi conclude alto graziando Sirigu

4′ – Retropassaggio col piede debole di Lyanco che mette in difficoltà Sirigu: il portiere è costretto a rinviare su Dybala ma la difesa granata riesce a rimediare coprendo

1′ – E’ partita forte la Juventus con due azioni offensive

E’ ufficialmente iniziato il derby della Mole d’andata della stagione 2017-18! Splendida la scenografia creata dai tifosi di casa della Juventus a dare il benvenuto ai giocatori in campo

Buon sabato sera amanti del bel calcio, sarà una nottata magica con il derby della Mole tra Juventus e Torino all’Allianz Stadium! Nella suggestiva cornice notturna che solo un anticipo delle 20:45 sa dare, il fischio d’inizio di questo anticipo di Serie A speciale. Se siete fuori casa a fare festa ma non volete perdere la stracittadina, ci penserà Calcio News 24 a seguirvi con la diretta live che informa su risultato e andamento del big-match minuto per minuto! Confermata nelle formazioni ufficiali l’assenza di Higuain nell’undici iniziale della Juventus, Mandzukic agirà come punta centrale, e sulla sinistra lascerà spazio a Douglas Costa. Sorprese anche nel Torino: sulle corsie arretrate ci sono tutti e due i terzini destri, sia Ansaldi che De Silvestri, ma è al centro il nome inaspettato perché il giovane Lyanco ha vinto la concorrenza del senatore Moretti e farà coppia lui con N’Koulou. Formazioni che si affronteranno a viso aperto senza cambi tattici ai loro 4-2-3-1 molto offensivi e pieni di qualità: sarà sfida tra Cuadrado, Dybala, Costa e Mandzukic contro Iago Falque, Ljajic, Niang e Belotti!

Ha parlato il difensore bianconero Giorgio Chiellini all’arrivo allo stadio prima del riscaldamento.

C’è anche la tifosa granata Vip Simona Ventura in direzione Allianz Stadium!

Episodi di alta tensione tra le due tifoserie opposte di Juventus e Torino quando siamo a pochi minuti dal via della partita all’Allianz Stadium.

Juventus-Torino, formazioni ufficiali: non c’è Higuain, nel Toro Lyanco al posto di Moretti e sorpresa Ansaldi

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Matuidi, Pjanic; Cuadrado, Dybala, Douglas Costa; Mandzukic. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, Rugani, Asamoah, Bentancur, Sturaro, Bernardeschi, Higuain. Allenatore: Allegri.

TORINO (4-2-3-1): Sirigu, De Silvestri, Lyanco, N’Koulou, Ansaldi; Rincon, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti. A disposizione: Ichazo, Milinkovic-Savic, Molinaro, Valdifiori, Acquah, Burdisso, Gustafson, Edera, Berenguer, Moretti, Boyè, Sadiq. Allenatore: Mihajlovic.

ARBITRO: Giacomelli di Trieste.

Juventus-Torino: probabili formazioni e pre-partita

Il derby della Mole è come tutte le stracittadine un appuntamento tradizionale e storico del nostro calcio, ma anche il più blasonato in assoluto: merito dei 33 scudetti, 12 Coppe Italia e 7 Supercoppe italiane vinte dalla Juventus, ma anche degli 8 scudetti e 5 Coppe Italia del Torino (più trofei in campo perfino delle due squadre di Milano, Milan e Inter). Eppure nessun’altro derby del nostro Paese è allo stesso tempo così importante quanto poco equilibrato: colpa della tragedia di Superga del 4 maggio 1949 che segnò la fine del Grande Torino e del dualismo Juve-Toro per la supremazia nazionale, essendo stato il Piemonte una culla di questo sport per il nostro Paese. Di lì in avanti il Torino non fu più grande come quell’undici riuscì ad essere: la forbice del divario tra le due formazioni si è ampliata fino a toccare punti di non ritorno (anni di derby persi a causa dell’assenza dei torinisti dalla Serie A) per poi conoscere qualche periodo di ripresa della società di Via Arcivescovado.

Quello attuale è uno di questi periodi positivi per i granata, tornati stabilmente nelle prime posizioni della massima serie e decisi a cercare una qualificazione alle coppe europee; ma la Juve che devono fronteggiare è una leggenda vivente che nella stagione appena trascorsa è stata in grado di eguagliare proprio quanto solo il Toro nella sua età aurea col Grande Torino era riuscito a fare, e che pure quest’anno non sembra sazia di vittorie ed ha ricominciato con una marcia da bottino pieno dopo cinque giornate che le vale il primato della classifica in coabitazione col Napoli. Massimiliano Allegri accompagna con queste parole l’avvicinamento al derby di Torino n°194: «Il Derby è sempre una partita speciale, per la città, per i tifosi, per noi: è un derby e bisogna vincere. Sono 3 punti importanti per il campionato e per dare continuità a quello che i ragazzi hanno fatto.  Per la Juventus ha la stessa importanza che ha per il Toro perchè bisogna vincere e perchè servono i tre punti. Non è seconda né alla Champions né ad altre sfide di campionato. Sarà però complicato perchè il Toro quest’anno può ambire alle prime 6 posizioni. La squadra è stata completata con giocatori da Toro, come Rincon. Belotti, Ljajic, Iago Falque, hanno giocatori di una buona tecnica».

Dall’altra sponda del Po si è quattro punti e quattro posizioni più indietro rispetto ai Campioni in carica che puntano allo Scudetto, ma in linea con l’obiettivo Europa League. Mihajlovic risponde ai cugini bianconeri: «Penso che hanno detto quello che pensano sul Torino tra le prime 6. Walt Disney diceva che se puoi sognare puoi farlo. Ogni partita vale 3 punti ma ci sono partite diverse dagli altri. Questa è una sfida tra un popolo e il padrone, tra passione e ragione, tra i colori e il bianconero. In nessun altro derby c’è così tanta differenza e per vincere allo Stadium bisogna giocare senza paura, giocare con gli attributi e bisogna sfruttare quelle poche occasioni che ti capitano non concedendo molto dietro: dobbiamo giocare da Toro! Noi siamo meno abituati rispetto alla Juve a giocare ogni tre giorni, ma deve diventare un’abitudine, se vogliamo entrare in Europa». Poi il tecnico del Toro è chiamato a parlare di un uomo in particolare dei rivali, il “Pepita” Higuain che segnò il gol dell’uno pari al 92′ dell’ultimo precedente all’Allianz Stadium e che però questa sera non partirà titolare per un problema muscolare: «Non dobbiamo svegliare il cane che dorme. È fuori forma o sovrappeso? Lo dite voi. Io ho giocato contro giocatori così, appena si risveglia punisce. Lasciamolo dormire ancora».

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Lichtsteiner, Benatia, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Matuidi; Cuadrado, Dybala, Douglas Costa; Mandzukic. A disposizione: Szczesny, Pinsoglio, Barzagli, Rugani, Asamoah, Sturaro, Bentancur, Bernardeschi, Higuain.  Allenatore: Allegri.
TORINO (4-2-3-1): Sirigu; De Silvestri, N’Koulou, Moretti, Molinaro; Rincon, Baselli; Iago Falque, Ljajic, Niang; Belotti. A disposizione: Milinkovic-Savic, Ichazo, Ansaldi, Burdisso, Lyanco, Bonifazi, Acquah, Valdifiori, Berenguer, Boyé, Edera, Sadiq. Allenatore: Mihajlovic.

Juventus-Torino: i precedenti del match

Il derby della Mole tra Juventus e Torino è l’unico in Italia a disputarsi in due impianti diversi tra andata e ritorno, seppur tra due squadre della stessa città. Da quando i bianconeri si sono messi in proprio, separandosi dai cugini e andandosene nella loro nuova casa dell’Allianz Stadium (ex Juventus Stadium), il Toro arrivò a giocarci nel 2012 con un anno di ritardo rispetto all’inaugurazione perché ancora militava in Serie B: i precedenti parlano di 4 vittorie a favore dei Campioni d’Italia contro 1 solo pareggio degli torinisti, risalente esattamente all’ultimo scontro diretto. Con Mihajlovic in panchina, grazie a quel risultato, i granata sono riusciti nell’impresa di mettere fine alla storica striscia di 33 partite consecutive vinte dalla Juve nel suo stadio, e a quella negativa di 5 sconfitte di fila e 11 totali in massima serie rimediate in trasferta con gli avversari giurati. Ultime sfide caratterizzate curiosamente da rimonte juventine negli ultimi minuti di gara: da 0-1 a 2-1 sia nel 2014 che nel 2015, da 0-1 a 1-1 nel maggio 2017. Prima di allora, il club di Via Arcivescovado non riusciva a segnare nemmeno un gol nella stracittadina addirittura da 12 anni, ma continua a non riuscire a vincerlo quando è ospite da oltre 20 anni: era il 1994-95, allenatore c’era Sonetti e le marcature furono di Rizzitelli (doppietta) e di Maltagliati (autorete). Per il resto è stato dominio della società di Galileo Ferraris, che alla 72° sfida agli eterni rivali in Serie A nella propria tana ci arriva con un vantaggio di 37 vittorie contro 16 degli ospiti.

Juventus-Torino: l’arbitro del match

Il difficile e pressante compito di arbitrare il derby tra Juventus e Torino è stato assegnato a Piero Giacomelli della sezione AIA di Trieste. Si tratta di un arbitro di giovane corso, alla prima esperienza in una stracittadina ma più in generale anche in un big-match. Basti dire che Giacomelli non è nemmeno ancora un internazionale, e che ha raggiunto la Serie A da quattro anni, molto pochi se confrontati ai colleghi più anziani e navigati cui ci si poteva attendere la nomina per questa sfida sempre di delicata gestione. Al termine del passato campionato, il fischietto triestino contava 85 partite dirette in massima serie, tra cui 6 della Juve (tutte vittorie tra il 2014 e il 2017) e 13 del Toro: per i granata 5 vittorie, 5 pareggi e 3 sconfitte con lui, un bilancio dunque complessivamente comunque positivo. Ad aiutarlo nella bolgia dell’Allianz Stadium ci saranno i sig.ri Meli e Vuoto ai lati del campo, il sig. Damato come IV uomo e i sig.ri Mazzoleni e La Penna a monitorare come aghi della bilancia al Var gli episodi.

Juventus-Torino Streaming: dove vederla in tv

Clicca qui per le informazioni complete: Derby della Mole Juventus-Torino Streaming gratis e diretta tv: come vederla. La partita andrà in onda a partire dalle ore 20.45 in diretta sulle frequenze di Sky Sport 1, Sky Supercalcio e Sky Calcio 1 e in digitale terrestre su quelle di Mediaset Premium Sport. Non solo, perché il Derby della Mole Juventus-Torino sarà trasmessa in streaming per pc, smartphone e tablet su tutti i device iOsAndroid e Windows Mobile tramite app Sky Go e Premium Play. Ecco inoltre la lista dei siti aggiornati su cui è possibile vedere il calcio streaming: Diretta Streaming Calcio. Qui potrete trovare tutte le informazioni sul sito di streaming calcio RojadirectaRojadirecta.