Lazio, Lotito: “Vogliamo allestire una squadra competitiva”

© foto www.imagephotoagency.it

ROMA –Su Marchetti opereremo la politica dei piccoli passi. La Lazio ha le idee chiare, si è data degli obiettivi, vuole dare certezze ai propri tifosi sia dal punto di vista del rafforzamento della squadra sia da quello delle qualità  delle persone“: laconico e diretto come sempre, il presidente della Lazio, Claudio Lotito, senza troppi giri di parole, punta l’obiettivo e promette altri colpi dopo Miroslav Klose. “Sappiamo che dovremo confrontarci a livello internazionale – ha proseguito Lotito -, vogliamo allestire una squadra che faccia essere orgogliosa la gente e che possa dare grandi soddisfazioni“.

Capitolo Muslera: il portiere uruguaiano non sembra essere poi così convinto di voler accettare il trasferimento al Galatasaray. Così facendo, però ,l’estremo difensore sudamericano rischierebbe di far saltare anche la trattativa per l’approdo di Lorik Cana a Roma. L’offerta dei turchi è molto allettante e remunerativa, ma Muslera preferirebbe andare a giocare in un campionato di prima fascia come la Spagna. Fonseca non ha fretta ma Lotito ha bisogno che venga fatta chiarezza nel minor tempo possibile. “Da parte nostra non ci sono problemi, non voglio che nascano strumentalizzazioni da parte di altri interlocutori,. Abbiamo fatto di tutto per contemplare tutte le esigenze sia del giocatore che della società . Se qualcuno vuole strumentalizzare la vicenda per fini propri se ne assumerà  le proprie responsabilità . La Lazio vuole rispettare i propri impegni e vuole che anche gli altri lo facciano“.

Da Muslera a Lichtsteiner. Il difensore elvetico sembra essere ad un passo dalla Juventus. Con il club bianconero mancherebbero solamente pochi dettagli relativi al pagamento della clausola rescissoria da limare: “Ad oggi lui è un giocatore della Lazio, abbiamo un gran rapporto. Se il giocatore ha espresso la volontà  di andare via, la società  cercherà  di accontentarlo e di rispettare le esigenze del club. C’è un rapporto tranquillo, si troverà  una soluzione“.

Battuta finale sulla questione relativa allo stadio Olimpico, per il quale è ancora aperto un contenzioso con il Coni: “In più occasioni ho espresso il mio pensiero. Ci sono due elementi di cui tener conto: da una parte un adempimento del passato che la Lazio è disposta a risolvere, ed un problema del futuro. Il contratto con il Coni, che avrà  inizio il 1 luglio, secondo la Lazio è da rivedere perchè non siamo d’accordo su una serie di problematiche. Chiediamo soltanto che venga rivisitato. L’interlocutore parte dal presupposto che il contratto è già  stato rinnovato, ma così non è. I mezzi di informazione hanno sempre esasperato questa situazione, io spero che il buon senso prevalga. Da parte nostra c’è tutta l’intenzione di trovare un accordo“.

Fonte: Lalaziosiamonoi.it