Lazio, Reja: “Potevamo essere primi. Sul calendario…”

© foto www.imagephotoagency.it

Dopo tre vittorie consecutive la Lazio si ferma sul pareggio all’Olimpico contro il Catania. Queste le dichiarazioni di Edy Reja ai microfoni di “Sky Sport”: “Se si vinceva oggi eravamo primi. Dispiace, perche` la prestazione c’e` stata, ma quando sei impegnato ogni tre giorni, con parecchi infortuni, inizi a tirare il fiato e vengono fuori prestazioni come queste: buone per carattere ed intensita`, con un ottimo primo tempo, ma purtroppo non l’abbiamo messa dentro dopo l’1-0. Dobbiamo prenderne atto e guardare alle prossime gare. Il Catania ha avuto un giorno in piu` di recupero, quando noi siamo stati impegnati anche giovedi` in Europa League. Bisognerebbe stare attenti anche ai calendari qualche volta. Secondo posto? Per la prestazione di oggi meritavamo miglior sorte. C’e` stata un po’ di sfortuna sul gol trovato dal Catania, che tra l’altro ha fatto solo quel tiro in porta. Il risultato comunque e` questo e ci penalizza per quello che e` stato fatto. Se mi viene da ridere pensando ai mesi scorsi? Qui a Roma bisogna sempre creare qualche problema. C’e` sempre necessita` di notizie e quindi di movimento attorno all’ambiente Lazio. Assenza Dias? Considerando quello che ha fatto Stankevicius questa sera, che veniva da un infortunio… ha fatto una buona prestazione. Avevo Diakite`, ma preferivo tenerlo fresco. Si e` difeso bene contro un cliente non facile come Maxi Lopez. Dias e` un calciatore importante, come Stankevicius e Biava, che oggi e` uscito per una contrattura, infortunio arrivato dai troppi impegni consecutivi. Cisse` poco sereno al cambio? E` il giocatore col minutaggio piu` alto della stagione. Se posso farlo riposare con alternative in panchina, cerco di dare dei cambi perche` un po’ di affaticamento viene. Lui vorrebbe giocare sempre. Fisicamente e` robusto, ma a volte un po’ di lucidita` viene meno”.