Lecce, il comunicato del club: «Torto arbitrale grave, ma niente ricorso»

© foto www.imagephotoagency.it

Lecce, il comunicato del club salentino dopo la rete annullata contro la Lazio: «Torto arbitrale grave, ma niente ricorso»

Facciamo chiarezza. Con questo obiettivo, questa mattina, il Lecce ha rilasciato una nota ufficiale sul proprio sito in merito a quanto accaduto durante la sfida dell’Olimpico domenica contro la Lazio. «L’Unione Sportiva Lecce ribadisce, con fermezza, di aver subito un grave torto arbitrale in occasione della gara Lazio-Lecce. In occasione del gol del possibile 2-2 realizzato dal calciatore Gianluca Lapadula, dapprima convalidato dal Direttore di gara e poi annullato a seguito dell’intervento del VAR, si è verificata una evidente violazione del regolamento. […] Che stabilisce infatti, in modo chiaro, che il calcio di rigore deve essere ripetuto qualora uno o più giocatori di ciascuna squadra invadano contemporaneamente l’area di rigore prima che il pallone sia in gioco».

Quindi gli sviluppi futuri della vicenda. «Consapevole dei principi etici e giuridici dell’ordinamento sportivo che impongono il rispetto del risultato maturato sul campo di gioco e delle conseguenti insindacabili decisioni di natura tecnica adottate dagli Ufficiali di gara, l’Unione Sportiva Lecce, ritiene tuttavia più utile sottoporre ufficialmente agli organi competenti, in occasione dell’incontro programmato per il giorno 19 novembre 2019 tra AIA – CAN A e le Società di Serie A, le palesi e gravi incongruenze emerse in occasione dell’episodio in oggetto. […] L’Unione Sportiva Lecce non intende infatti promuovere azioni strumentali nel proprio esclusivo interesse».