Mangia e il Milan sulla sua strada: «Era nel destino»

Mangia
© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan affronterà il Craiova di Devis Mangia, pronto a sfidare i rossoneri: «Qui mi trovo bene, la società è serissima»

Il Milan è pronto a iniziare il suo percorso europeo in Europa League, quando affronterà il Craiova nell’andata del preliminare di Europa League. Dall’altra parte troverà Devis Mangia, allenatore del Craiova, che in fondo se la sentiva: «Io lo dicevo dei giorni del ritiro: «Troviamo il Milan». Quando è successo, il mio preparatore si è messo a ridere. Non scherzavo. A furia di dirlo, però, ce la siamo tirata… anche se nel calcio ci sono corsi e ricorsi. Il problema è che abbiamo preso il Milan nell’anno sbagliato – dice Mangia a “La Gazzetta dello Sport” -. Se uno crede un po’ nel destino, capisce che per me era fisiologico trovare una squadra italiana. Il punto è che in città non si parla d’altro, solo di Milan». La Romania è una nuova esperienza: «L’importante è non fare il classico errore da italiano: farsi delle idee senza vedere le cose con i propri occhi. Io sono arrivato senza pregiudizi, la città è sicura e tranquilla: si sta bene e la società è serissima». Da interista, sarà divertente incontrare il Milan: «Normale. Quando alleni, perdi un po’ la passione del tifoso. Se potessi togliere un giocatore al Milan? Beh… se è gratis, prendo Bonucci. Lui e Biglia fuori dalla lista UEFA? Il Milan non ne ha bisogno… per me possono anche stare a Milano». Finale a sorpresa su chi potrebbe vincere lo scudetto: «Il Napoli».