Milan, Boateng: “Allegri mi ha detto che giocherò in mediana”

© foto www.imagephotoagency.it

Il Milan prepara la prossima stagione in maniera metodica, sapendo di essere la squadra più completa e competitiva del nostro campionato. I rossoneri possono contare su un organico eccelso, di cui fa parte anche quel Kevin ‘Prince’ Boateng che lo scorso anno ha ben impressionato con prestazioni convincenti. Il centrocampista ghanese ha rialsciato alcune dichiarazioni ai microfoni del “Corriere dello Sport”, di cui vi riportiamo qualche stralcio: “Il mio ruolo? Quello di trequartista è il ruolo che preferisco. Me lo godo, ma ancora per poco. Allegri mi ha già  chiamato per dirmi che in futuro dovrò giocare a metà  campo, a destra o a sinistra. Obiettivi personali? L’anno scorso ho segnato tre gol, ma ne avrei potuti fare 10. Ecco perchè questo è il mio nuovo obiettivo: 10 reti. Cosa non mi piace del calcio italiano? Dell’Italia non mi piacciono gli stadi vuoti. Mi piacerebbe riuscire a cambiare questa situazione perchè è profondamente ingiusta. Noi lavoriamo tutta la settimana per fare il meglio possibile alla domenica e scendere in campo davanti a poche persone ti fa passare la voglia di giocare. Eppure, tante partite del campioÃ?­nato italiano sono bellissime. Cassano? Giocare con Cassano è fantastico. Ha una classe enorme. Certo, poi negli spogliatoi un giorno fa ridere tutti, un giorno li fa arrabbiare. Non lo fa apposta. E’ il suo carattere e non si può cambiare. La società  è consapevole: se lo tengono, sanno chi tengono. Però in campo è grandissimo. Mister X? Io credo che la squadra, così com’è, sia completa. Non mi sembra fondamentale un acquisto, ma non decido io. Detto ciò, se poi arriva un elemento che ci può far vincere qualcosa, ben venga. La concorrenza fa bene ai singoli e fa bene alla squadra”.