Milan, Donnarumma: il Psg frena e lo United rimane in stallo, quale futuro?

© foto www.imagephotoagency.it

Nodo Donnarumma: l’arrivo di Areola non aiuterebbe i conti, mentre i rapporti tra i Red Devils e Raiola sono freddi per il caso Pogba

Il futuro di Gianluigi Donnarumma è ancora tutto da scrivere. Boban e Maldini se lo terrebbero volentieri ma l’opportunità di un’ingente plusvalenza li induce ad ascoltare le offerte. Peccato, che nei 50 milioni del Psg c’è lo scambio con Areola, quotato 30 milioni di euro. Peraltro il portiere nazionale francese ha un ingaggio che pesa 6 milioni netti, proprio quanto guadagna Gigio. Allora dov’è il beneficio per i conti del club rossonero?

Come spiega La Gazzetta dello Sport, l’opzione Manchester United rimane freddissima e non per colpa del Milan. Ma a causa del contemporaneo irrigidimento nei rapporti tra il procuratore Mino Raiola e il club inglese per l’affaire-Pogba. Tutto può sicuramente cambiare in fretta, ma è logico prevedere che Donnarumma arrivi allo striscione del traguardo del mercato senza novità.