Milan, Galliani: « A Barcellona per vincere, dispiace per Pazzini »

© foto www.imagephotoagency.it

MILAN GALLIANI BARCELLONA – Il Milan è partita poco fa alla volta di Barcellona, dove domani affronterà i padroni di casa nella difficilissima sfida di ritorno degli ottavi di Champions League al Camp Nou. All’aeroporto di Malpensa ha parlato l’a. d. Adriano Galliani.

POVERO PAZZINI – « Una volta in semifinale nel 2006, anno scorsa nel quarto di finale, quest’anno negli ottavi di finale… Sempre col Barcellona. Comunque è bello sfidarci col Barcellona. Dobbiamo andare là per vincere, non pensando che siamo sul 2-0 e sicuri di passare. Troveremo un ambiente con centomila persone ed una squadra di fenomeni – le parole di Galliani a Sky Sport . Pazzini? Peccato, peccato, peccato… Era in un momento magico, ma questo infortunio ce lo ha tolto. Comunque, se guardiamo quanto fatto dal Milan in questo periodo è qualcosa di straordinario. Questi 44 punti sono davvero tanti, tanti, tanti, tanti ».

BERLUSCONI – « Il presidente? L’ho sentito ieri, anche un paio di volte dopo i risultati del pomeriggio. Oggi è al San Raffaele, uscirà probabilmente domani o dopo domani ».

CAMPIONATO E CHAMPIONS – « Secondo posto possibile? La sconfitta del Napoli ci autorizza a pensare che il secondo posto, che era a nove punti più di un mese fa, ora è accessibile. La classifica chiaramente si accorcia davanti e si allunga dietro. Ora comunque una cosa alla volta: pensiamo al Barcellona, non al campionato. Andremo a giocarci una grande partita, partendo dal 2-0. Mexes vedremo se ci sarà, Pazzini non c’è e perdiamo un grande attaccante, ma chi scenderà in campo sono sicuro che farà bene. La tenuta bianca? Non è più una tenuta in completo bianco, c’è anche un bel striscione rossonero (sorride, ndr). Chi al posto di Mexes? Non voglio fare l’allenatore. De Sciglio per me è bravo sia a destra, sia al centro e sia a sinistra. Mi ricorda un po’ Costacurta. Bojan in campo? Non lo so… Ma Allegri non è arrivato? (ride, ndr) Chiedetelo a lui, io non la so mai la formazione. Messi? È un giocatore incredibile, segna sempre, un mostro. I parrucchieri riposano al lunedì, speriamo che i centravanti riposino al martedì (ride, ndr) ».