Milan, Legrottaglie: “Io milanista come lo fu mio padre”

© foto www.imagephotoagency.it

MILANO – Nella giornata in cui Rino Gattuso si è recato all’Ospedale Niguarda di Milano per fare visita a Luca Barisonzi, l’alpino ferito il 18 gennaio scorso in Afghanistan, e nella giornata Christian Abbiati è intervenuto alla presentazione della Campagna BCD – Buon Compenso del Diabete 2011 che intende educare e sensibilizzare gli italiani a diventare Campioni di Controllo, adottando un approccio di eccellenza nella gestione e prevenzione del diabete, si è svolta una sentita e significativa Conferenza stampa a Milanello.

Nicola Legrottaglie ha intrattenuto per tre quarti d’ora i giornalisti sportivi parlando della vita, della forza e della serenità  della Fede in Dio. Il difensore rossonero ha toccato i cuori di molti spiegando che la Cristianità  non consiste nel dare lezioni a nessuno, ma nel concedersi totalmente a Gesù. Legrottaglie ha presentato il suo nuovo libro, il terzo, il volume che probabilmente chiude il cerchio, ricco di riferimenti autobiografici: L’amore vince tutto. Edizioni Piemme. Erano presenti a Milanello, il co-autore Matteo Orsucci e, in rappresentanza della Casa editrice, Elena Martini. Una spiritualità  tutt’altro che fine a sè stessa quella espressa da Nicola nel suo nuovo libro, ma collegata a molti e importanti episodi di vita vissuta.

Nel momento in cui un giornalista ha ricordato a Legrottaglie che, circa dieci anni fa, un altro difensore rossonero, Antonio Chamot, aveva regalato la Sacra Bibbia a tutti i cronisti in servizio a Milanello, il difensore pugliese ha commentato: “Lo ha fatto perchè in quel momento vi ha amato“. Nicola ha anche parlato della Chiesa milanese nella quale prega tutte le settimane e ha svelato aneddoti che riconducono alla volontà  di Dio anche il suo recentissimo trasferimento al Milan: “Proprio io – ha detto Legrottaglie – milanista da sempre, così come milanista è sempre stato anche mio padre”.

Fonte: AcMilan.it