Connettiti con noi

Hanno Detto

Monza, Mota Carvalho: «Promozione in Serie A e poi il Mondiale con Ronaldo»

Pubblicato

su

mota carvalho

L’attaccante del Monza Mota Carvalho ha parlato dei suoi obiettivi col club e in Nazionale

Mota Carvalho, giovane attaccante del Monza, si è raccontato in una intervista a La Gazzetta dello Sport.

INFORTUNI«Mi sono strappato nella finale degli Europei U21, poi ho avuto un altro guaio muscolare. Rientrare così nel derby però ha dimostrato che ora sto bene». 

VALUTAZIONE«Io non penso a quelle cose, sono questioni della società. E’ normale che se ne parli, quando fai bene è così, poi magari non segno più e non valgo nulla». 

PRIMO ANNO IN B – «Io non sono una stella. Era il mio primo vero anno in B dopo l’Entella, mi sentivo un po’ chiuso, eravamo in tanti. Ma la colpa è mia, dovevo segnare di più». 

STROPPA«Adesso posso stare più vicino alla porta, prima svariavo di più. E’ cambiato tanto, anche negli allenamenti. Sono bravissimi entrambi e io riesco a crescere». 

NAZIONALE MAGGIORE«Sono in ballo, dopo gli Europei mi hanno detto che il percorso è quello. Però la concorrenza è tosta: Diogo Mota, Andrè Silva, João Felix… E Leao!». 

LEAO«Stessa camera agli Europei, adesso ci vediamo a Milano». 

OBIETTIVI«Facile: prima il Monza in Serie A, e se succede credo che in Qatar potrò andarci anche io. E comunque ai playoff speriamo di non beccare l’Italia…». 

CRISTIANO RONALDO – «Con me è stato perfetto in quei sei mesi alla Juve. Quando sono arrivato mi conosceva già e mi ha sorpreso. Trasmette mentalità vincente, dice di coltivare il talento, di lavorare tanto e di volere sempre di più. Infatti nelle partitelle, quando giocavo con lui, ho sempre vinto. E quando ero contro, ho sempre perso».