Napoli, De Laurentiis: “Questa squadra mi soddisfa, Lavezzi deve sapersi gestire”

© foto www.imagephotoagency.it

Aurelio De Laurentiis è intervenuto in una conferenza stampa organizzata a sorpresa dal Napoli.
Il patron partenopeo si è soffermato, soprattutto nella prima parte, nel ruolo che dovrà  essere svolto da uno dei giocatori più rappresentativi della squadra, Ezequiel Lavezzi: “E’ presto per parlare di sensazioni, sono passate due settimane in cui Mazzarri ha caricato di lavoro i ragazzi – ha dichiarato De Laurentiis, come riporta Tutto Napoli – . Ora queste partite serviranno per sciogliere le gambe e arrivare in forma a inizio stagione. Adesso bisogna cercare di inglobare Lavezzi in questa squadra: deve capire che non può assumere più certi comportamenti, deve allenarsi bene e non chiederci di andare via due settimane prima di Natale, e soprattutto evitare di farsi espellere. Ma questo varrà  per tutti. Bisogna autogestirsi: non voglio che si cada nelle trappole che gli arbitri nell’esercizio della loro professione possono riservare. Le decisioni dell’arbitro sono sacrosante, non bisogna discuterle. In Italia sembra che a volte i calciatori recitino, anche quando si viene sfiorati solamente. Molti cartellini si possono evitare: quando si fanno certe stupidaggini si finisce per tradire i tifosi. I giocatori devono acquisire sangue freddo e controllo, non serve parlare in campo. L’arbitro in Italia, suo malgrado, diventa protagonista per l’azione mediatica che viene esercitata, e ha il coltello dalla parte del manico: bisogna rispettare le sue decisioni e non farsi puntare contro il coltello. Non significa non avere carattere, ma avere grande professionalità . Fosse per me proporrei a Lavezzi di andare con un preparatore atletico in montagna, con la primavera, per arrivare allo stesso livello dei compagni di squadra. Ma non possiamo permettercelo, perchè abbiamo tante partite da giocare. Diatriba in Lega per non giocare la prima? Ci farebbero solo un piacere, avremmo il tempo di aspettare Lavezzi e Cavani. Il Napoli mi soddisfa. L’anno scorso Lucarelli è arrivato all’ultimo istante senza preparazione e si è rotto subito. Però si è visto anche contro la Juve che è riuscito a dare un contributo. Lui ha una struttura fisica pesante, ha bisogno di parecchia preparazione per raggiungere il peso forma giusto. E’ un grande rapinatore d’area, ci potrà  essere molto utile, ma deve raggiungere quella forma che poi possa compensare l’età  che comunque è avanzata. Credo che farà  molto bene, e per questo dico che la squadra è completa. Altrimenti abbiamo sempre la porta di Gennaio aperta.”