Napoli, Dossena: “Non facciamo proclami. Raccoglieremo quanto prodotto”

© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore del Napoli Andrea Dossena è intervenuto questa mattina sulle frequenze di Radio Marte Live per parlare delle sue prime settimane da giocatore azzurro: “Sto meglio, lavoro sodo in allenamento, devo capire in partita come va. Da questo dipenderà  pure il mio futuro in nazionale. Ora non penso ai Mondiali, è necessario giocare qui ad alto livello per poter sperare. Il minutaggio in gare ufficiali e la capacità  di recupero dopo uno scatto di 30-40 metri, la lucidità  si acquisisce col tempo”. Sul rapporto col mister Mazzarri dice: “E’ tutto chiaro, è facile entrare negli schemi. Sotto questo punto di vista sono tranquillo. La voglia è tantissima, vedremo come reagirò”. A Napoli c’è anche chi sogna che l’obiettivo Champions si concretizzi per davvero: “Lo so, qui la Coppa Campioni s’è giocata soltanto con Maradona. So che loro vorrebbero mangiare “?filetto e branzino’ tutti i giorni perchè hanno un palato calcistico molto fine. Noi ci proveremo. Speriamo di far loro un grandissimo regalo. Ma non dimentichiamo che serve tempo per centrare certi livelli. Gli ingredienti però ci sono. Ambizione, società  importante e un presidente come De Laurentiis che non s’accontenta mai… Noi pensiamo al massimo, ma non sappiamo ancora qual è l’obiettivo. Inutile fare proclami, ogni partita va giocata con grande intensità  come stiamo facendo. Non sarà  un palo o una traversa a cambiare le sorti di una stagione. Poi raccoglieremo quanto abbiamo prodotto”. In chiusura gli viene chiesto di abbozzare un paragone tra Napoli e Liverpool, la sua vecchia patria calcistica: “C’è maggiore passione qui a Napoli rispetto a Liverpool, forse la differenza è proprio lo stadio. E’ un peccato che i sessantamila non siano a ridosso del campo come succede negli impianti inglesi”.