Napoli, Gattuso: «Juve, abbiamo 18 punti sul campo. Ma l’Inter è favorita»

Iscriviti
Gattuso
© foto www.imagephotoagency.it

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match vinto contro la Roma

Gennaro Gattuso, allenatore del Napoli, ha parlato ai microfoni di Sky Sport al termine del match vinto contro la Roma.

SVOLTA – «Il punto di partenza è stata la prima di campionato. Dobbiamo giocare con aggressività e intensità, senza sottovalutare nulla. Se pensiamo di giocare sempre bene… Questa squadra deve migliorare sotto questo aspetto perché la qualità c’è. Mi è piaciuto l’atteggiamento della squadra, che si è sempre sostenuta nell’arco dei novanta minuti».

MARADONA – «Si respira un’aria triste, ma in questo momento la città deve avere buonsenso. Troppa gente senza mascherina. Maradona è una leggenda, lo sanno tutti, però bisogna fare i bravi altrimenti ne pagheremo le conseguenze. Capisco l’affetto, ma da domani comportiamoci bene».

ATTEGGIAMENTO – «A volte lascio passare qualcosa per non rompere troppo le scatole ai calciatori, ma devo comportarmi diversamente. Bisogna far venire la nausea ai ragazzi per quanto parlo, sono cambiati i tempi».

ZIELINSKI – «È uno dei più forti che abbiamo, ma non si reggeva in piedi. Sta faticando a riprendere la condizione e non ha i novanta minuti nelle gambe. Abbina tecnica e balistica, ha tutto per diventare un giocatore molto importante».

CALENDARIO FITTO – «Non possiamo avere sempre una squadra al 100%, però bisogna annusare il pericolo con l’umiltà e il rispetto per l’avversario. Anche se stai male, puoi giocare se hai una mentalità forte. Non so cosa si aspetti la gente da noi: su nove partite ne abbiamo perse tre. Voglio alzare l’asticella, pur trovando equilibrio».

JUVENTUS NAPOLI – «Il Napoli ha 18 punti sul campo. Non è un problema nostro. Noi eravamo in pullman per partire e la mia squadra aveva molte chance di fare risultato a Torino. La Juventus ha cambiato allenatore ed era in difficoltà, mentre ora è molto più forte. A noi è andata male perché abbiamo una partita e un punto in meno. Mi auguro che la giustizia faccia il suo corso».

SCUDETTO – «La squadra da battere è l’Inter. Abbina qualità e forza fisica. La Juventus invece è abituata perché vince da una vita».