Napoli, senti Koulibaly: «Non voglio distrazioni, solo lavorare»

koulibaly ghoulam
© foto www.imagephotoagency.it

Kalidou Koulibaly ha parlato della sua esperienza al Napoli che l’ha reso uno dei difensori più ricercati d’Europa

La crescita registrata da Kalidou Koulibaly in questi anni al Napoli è sotto gli occhi di tutti e l’ha dimostrato ampiamente nel girone della morte di Champions League, uscendo a testa altissima da confronti con attaccanti di grande valore calcistico.

Intervistato ai microfoni di Afriquefoot, il centrale azzurro ha parlato del momento migliore della sua carriera, partendo dalla sua prestazione contro Mbappé nel confronto del San Paolo tra Napoli e PSG: «Ogni rivale ha pregi e difetti, devi trovare la chiave giusta per fermarlo. Mbappé è un giocatore molto veloce, l’abbiamo visto ai Mondiali e in Ligue 1. È molto difficile anticipare i suoi movimenti. Io ho provato a difendere come so fare e ha funzionato, per questo sono felice». E su sé stesso ha aggiunto: «Tre aggettivi per descrivermi? Sono un giocatore che cerca di dare tutto, che non lascia mai andare nulla. L’umiltà per me è molto importante, ma lo è anche il rispetto, perché senza non andiamo da nessuna parte. Infine, posso dire di essere una persona che non rinuncia a nulla. Sono testardo e cerco sempre di dare il meglio di me stesso».

C’è anche spazio per alcuni commenti sulle voci di mercato che lo vedono protagonista: «Non ho bisogno della finestra di trasferimento o di qualsiasi cosa per migliorare, lo faccio ogni giorno lavorando sodo. Sono un professionista. Certo, fa piacere sapere di interessare a tanti club, ma ora sono totalmente concentrato sul Napoli e queste cose non devono distrarmi. La cosa più importante per me è rimanere un giocatore di alto livello, quindi cerco di mostrare le mie qualità per il bene della squadra. Dopo, vedremo cosa succederà. Siamo all’inizio della stagione, non ho bisogno di pensarci. Per me, la cosa più importante è che il Napoli si qualifichi per il prossimo turno di Champions League».