Napoli, Zuniga: “Pronti per la Champions, Mazzarri…”

© foto www.imagephotoagency.it

Il jolly del Napoli, Juan Camilo Zuniga, ha rilasciato alcune importanti dichiarazioni durante un’intervista ai microfoni del “Corriere dello Sport” in vista della prossima stagione degli azzurri. Il club partenopeo ha disputato un buon pre-campionato e si è preparato al meglio per affrontare un’annata ricca d’impegni, con la Champions League da disputare nel migliore dei modi, ma Zuniga si dimostra fiducioso: “Ognuno di noi crede sempre di più nei proÃ?­pri mezzi e ci provi in ogni situazione Ã?­confessa il nazionale colombiano – merito di mister Mazzarri, sicuramente. E’ stato lui a trasmetterci il cambio di mentalità : un lavoro psicologico che dura da circa due anni ormai. Ora il Napoli scende in campo con maggiore personalità , sa che può imporre la propria forza contro chiunÃ?­que e ognuno di noi prova sempre la gioÃ?­cata importante. Senza timori, senza sogÃ?­gezione, in casa come fuori. Vogliamo dimostrare che il NapoÃ?­li c’è e in Coppa dei Campioni non ha inÃ?­tenzione di fare da comparsa. Speriamo di fare bella figura. Noi abÃ?­biamo l’obbligo di conferÃ?­mare la posizione in classiÃ?­fica raggiunta lo scorso anÃ?­no e possibilmente miglioÃ?­rarla. E migliorarla signifiÃ?­ca arrivare secondi e comÃ?­petere per lo scudetto. Al momento il Milan sembra avere qualcosa più di noi, ma il Napoli è attrezzato per dire la sua: squadra già  amalgamata e più sicura, stesso staff tecnico, alcuni rinforzi mirati. E poi il soÃ?­stegnodi un pubblico straordinario. Alla fine conta anche quello: ovunque andremo ci saranno i nostri tifosi a sostenerci. I naÃ?­poletani sono ovunque, ne abbiamo trovaÃ?­titanti anche a Palma di Maiorca”. Elogia ancora Mazzarri: “Averlo tratteÃ?­nuto per altri due anni è fondamentale: Mazzarri conosce pregi e difetti di ognuno di noi, conosce l’ambiente, è un tecnico bravissimo. Lui sa come gestire il gruppo in vista dei tanti impegni. Ruolo? Se il mister mi dice di fare l’attaccante, il trequartista, l’esterno vuol dire che la squadra ha bisogno del mio apporto. E io sono felice di offrirlo. Non c’è problema, l’importante è essere sempre in campo e farla da protagonista. Poi vado in nazionale e gioco esterno deÃ?­stro di difesa, in una linea a quattro, ma va bene lo stesso, tanto sarò sempre convocaÃ?­to. Contento di essere rimasto qui? C’è stato un periodo in cui si parlava di interessamenti di club di prima fascia ma io ho sperato sempre di restare. Con questa squadra sono arrivato in ChamÃ?­pions League e ora me la voglio godere. Siamo tutti ansiosi di disputare questa competizioni e provare a sorprendere tutti. Mercato? La società  ha operato molto bene. Ora abbiamo alternative valide in ogni reparto, per ogni ruolo. Ci sarà  grande competizione interna per strappare una maglia da titolare ma avreÃ?­mo anche la possibilità  di avvicendarci senza che ne risenta il gioco di squadra”.