Connettiti con noi

Azzurri

Nazionale, Di Biagio su Scamacca: «È fortissimo, somiglia al primo Ibrahimovic»

Pubblicato

su

Di Biagio
Ascolta la versione audio dell'articolo

L’ex c.t. dell’Under 21 Di Biagio ha parlato delle qualità di Gianluca Scamacca

Luigi Di Biagio, ex c.t. dell’Under 21 che fece esordire Scamacca a 19 e mezzo, ha parlato in una intervista a La Gazzetta dello Sport delle qualità dell’attaccante del Sassuolo in ottica Nazionale.

NAZIONALE – «Premesso che secondo me Immobile e Belotti sono molto bravi, ritengo Scamacca fortissimo. E lo penso da tempo. Credevo in lui al punto da convocarlo molto presto in Under 21. Può diventare un centravanti di grandissimo livello». 

QUALITA – «Ha la tecnica di un giocatore alto 1,75 e la fisicità di un giocatore alto 1,95, come è lui. E poi è completo: destro, sinistro, testa, attacca la profondità ma gioca anche di sponda per i compagni». 

SALTO DI QUALITA TARDIVO – «Non lo so, anche perché non lo vivo nel quotidiano. Però so che è un bravo ragazzo e un professionista esemplare, quindi è solo questione di tempo per assistere alla sua affermazione definitiva». 

SOMIGLIANZE – «Al primo Ibra, quello dell’Ajax. Sta ancora completando la propria crescita, esattamente come Zlatan in quel periodo, ma è sfrontato, spensierato, fa giocate di altissimo livello in modo assolutamente naturale. Se deve cercare una giocata, Gianluca non si fa problemi: la cerca sapendo di riuscire a eseguirla». 

MESSAGGIO – «Non lo sento da un po’, ma ovviamente lo vedo giocare e sono felice che stia dimostrando le sue qualità. Gli dico questo: “Gianluca, allenati sempre bene. Ma sono sicuro che lo stai già facendo”».