Palermo, Mangia: “Miccoli è il mio punto di partenza”

© foto www.imagephotoagency.it

Devis Mangia, nuovo allenatore del Palermo, ha parlato in conferenza stampa della sua nuova avventura alla guida della squadra rosanero: “Vivo bene questa opportunità . Il fatto di essere un allenatore “a tempo” non è una zavorra, perchè non la vivo in questo modo. Lavorerò fin da oggi pomeriggio per provare a trasmettere tutto ciò che c’è in me”. Mangia raccoglie un Palermo segnato dal deludente precampionato di cui è stato autore finora: “Dobbiamo partire dal ritrovare l’entusiasmo all’interno e riuscirlo a trasmetterlo all’esterno. Non voglio vedere pessimismo dall’ambiente , ma dobbiamo esser noi bravi a ricreare ottimismo. Oggi mi presenterò i ragazzi e dirò’ ‘N’amu arruspigghiari u sangu’. I giocatori che ho a disposizione sono per me i migliori in assoluto e lo dirò sempre e da parte mia non sentirete mai fare riferimenti al passato. Da oggi si deve pensare solo a lavorare”. E’ ancora ignoto il modulo tattico che il neo tecnico adotterà : “Prima di decidere vorrei iniziare a lavorare per farmi un’idea sulle caratteristiche dei giocatori. Il patentino? Sono stato ammesso al master a Coverciano, e quindi posso allenare con una deroga senza bisogno di un tutor”. Il capitano Fabrizio Miccoli sarà  al centro del progetto: “E’ il mio capitano, e questo è il mio punto di partenza. E’ un giocatore importante per la squadra. Gli parlerò perchè voglio che trasmetta il giusto entusiasmo alla squadra. Non mi interessa se può essere pronto per 20 minuti o meno. Giocherà  chi sarà  più in forma”. Mangia arriva sul grande palcoscenico della serie A dopo una fruttuosa gavetta nelle categorie giovanili: “Non ho timore di affrontare il mestiere più bello la mondo. Io chiederò disponibilità . Penseremo comunque a lavorare e vedremo ciò che si riuscirà  a fare”. Chiusura dedicata a Stefano Pioli: “Non l’ho sentito, non per mancanza di rispetto, ma perchè voglio farmi la mia idea sulla squadra prima. Conosco solo Pisano, ma gli altri non li conosco ancora”, le parole riportate da ReteRete24.