Parma, ecco Nocerino: «Trattato come un cretino da Ventura»

© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista: «Mi ha illuso, ma non ho quindici anni»

La nuova avventura è iniziata ufficialmente da poche ore: Antonio Nocerino riparte da Parma, dopo sei mesi difficili al Torino. «Ringrazio tutti i tifosi e il presidente – ha esordito il centrocampista campano -. Il mio sfogo non era riferito a loro, ma all’allenatore: Ventura mi ha trattato come un quindicenne, prendendomi per il culo in questi mesi. Mi diceva che ero importante, che il mio momento sarebbe arrivato… E poi? Giocavano difensori a centrocampo. Sono stato fermo un mese, ma dopo il rientro abbiamo giocato 8-9 partite. E le sue, alla fine, sono risultate solo bugie. Ho 30 anni e 400 partite tra professionisti alle spalle: far la parte dello scemo non mi piace proprio, non ho quindici anni».

RISCOSSA – Un fiume in piena, pronto a riportare in alto il Parma. «Siamo un buon gruppo e soprattutto una società seria, che in questi anni ha fatto molto bene. Con Leonardi ci conosciamo dai tempi della Juventus, c’è stima tra noi. Non dobbiamo piangerci addosso, il miracolo possiamo farlo tutti insieme. Cassano? È uno dei pochi in Italia capace di fare la differenza da solo, per noi sarà fondamentale».