Pato-Milan, atto II? Il brasiliano: «Aspetto la chiamata, poi vediamo»

Iscriviti
pato
© foto www.imagephotoagency.it

Alexandre Pato ed il Milan è stata una bella storia d’amore: il brasiliano tiene una porta aperta per un eventuale ritorno di fiamma

Pato arrivò diciassettenne a Milano e si prese subito la scena in quel di San Siro. Un giocatore che i tifosi rossoneri ricordano con piacere, nonostante i guai fisici che hanno caratterizzato gli ultimi periodi milanisti. Il brasiliano è stato intervistato da Tuttosport, parlando così dell’ipotesi di un ritorno: «Chiamata di Leonardo? Intanto aspetto la chiamata… poi vediamo!». Il discorso quindi è stato ampliato, partendo proprio dalla considerazione che Pato ha nei riguardi di Leonardo: «Per quanto mi riguarda Leonardo è stato un bravo allenatore, con delle idee innovative, e sono certo che continuerà a fare benissimo il dirigente, sulla scia di quanto di buono ha fatto negli anni in cui è già stato dirigente nel Milan». 

Pato che battè Leonardo in un derby, quando quest’ultimo sedeva sulla panchina interista: «Partita indimenticabile. Un paio di mesi fa ci siamo trovati a pranzo in un ristorante brasiliano a Milano, ‘Casa Tapioca’, io, Adriano Galliani, Ariedo Braida, il mio procuratore Gilmar Veloz, Andrea McLeod, il mio media manager, e Leonardo. Si è parlato di quei due gol nel derby, ma anche della doppietta a Madrid contro il Real». Chiosa finale sulla nuova proprietà americana: «Mi sembra che in poche settimane la nuova proprietà si sia mossa in maniera decisa sull’organizzazione del club. Questo fa ben sperare per il Milan e per il suo futuro. Il club merita di tornare ai vertici del calcio».