Genoa: contropartita Juve per Perin, a Torino pure un’altra pedina?

Iscriviti
perisic mandragora inter-crotone
© foto www.imagephotoagency.it

Il Genoa valuta la cessione di Perin: la Juventus offrirebbe nell’affare la contropartita dell’ex Mandragora. Il Torino all’assalto di Laxalt, per Criscito rossoblu questione di poco…

Sono settimane cruciali in casa Genoa: la società rossoblu, ancora prima dell’inizio del calciomercato, ha già fissato alcuni appuntamenti importanti in vista del futuro prossimo. Il primo di questi riguarda – nemmeno a dirlo – Mattia Perin, portiere finito nel mirino della Juventus (leggi anche: CALCIOMERCATO JUVENTUS: LE PAROLE DI MAROTTA SU PERIN). Qualcosa potrebbe muoversi anche prima della fine del mese, basterà soltanto capire le intenzioni reciproche del Grifone e dei bianconeri: Perin al momento è valutato infatti intorno ai 20 milioni di euro. Il presidente rossoblu Enrico Preziosi non intende assolutamente fare sconti per l’estremo difensore, mentre la Juve parte da una base decisamente molto più bassa (circa 13 milioni di euro più un paio di bonus). Decisivo allora potrebbe essere per l’affare l’inserimento di una contropartita: si fa con insistenza il nome di Rolando Mandragora, già ex centrocampista genoano attualmente in prestito al Crotone che difficilmente troverà spazio in bianconero la prossima stagione. Il Genoa sa comunque di non poter tirare troppo la corda sul prezzo di Perin considerata la vicina scadenza di contratto del portiere (2019) e poi la sua volontà…

Sempre sul fronte del mercato in uscita ieri in casa genoana si è registrato un nuovo interessamento del Torino per Diego Laxalt. I granata avrebbero già fissato un appuntamento con i rossoblu per trattare la questione dell’esterno uruguaiano, promesso sposo ormai da mesi della Roma (leggi anche: CALCIOMERCATO ROMA: LAXALT VICINO) e finito nel mirino pure dell’Atalanta (che penserebbe al colpo in caso di qualificazione europea soltanto). Insomma, la concorrenza per Laxalt non manca ed anche il prezzo, del resto, non induce all’ottimismo il Torino: base d’asta 15 milioni di euro. Soldi con i quali probabilmente il Genoa darà l’assalto ad un nuovo esterno e – così pare – ad un attaccante, mentre non è ancora ufficiale ma è come se lo fosse la notizia del ritorno a casa di Domenico Criscito: il Grifone si sarebbe accordato con lo Zenit San Pietroburgo, squadra con cui Mimmo è in scadenza tra qualche settimana, per dare l’annuncio solo tra un po’ di giorni (il campionato russo è concluso ed è arrivato il via libera della società, come testimonia infatti pure la risoluzione di Roberto Mancini per la Nazionale).


Leggi anche: CALCIOMERCATO: TUTTE LE ULTIME NOTIZIE