Premier League, dieci giorni di isolamento dopo ogni partita all’estero

Iscriviti
Premiere-League
© foto Premier League

Nuova regola in Premier League per combattere la circolazione del Covid-19

Il Covid-19 continua a portare difficoltà anche nel mondo del calcio, con le varie federazioni costretta a cambiare sempre con maggiore costanza il regolamento. È successo in Inghilterra, dove le società di Premier League hanno ricevuto domenica delle nuove linee guida dal governo Jonhson.

Secondo quanto riportato da Sky Sports, le squadre che giocheranno all’estero una volta rientrate dovranno far rispettare ai propri calciatori e al proprio staff un periodo di isolamento di 10 giorni. I giocatori potranno comunque allenarsi e disputare le partite, ma dovranno rispettare la quarantena per tutto il resto del tempo in cui non sono impegnati in campo. Il periodo di isolamento può essere ridotto a 5 giorni nel caso in cui venisse mostrato come prova un tampone negativo.