Connettiti con noi

Hanno Detto

«Quanta pressione su Messi!»

Pubblicato

su

Aldo Cazzullo, nel suo editoriale sul Corriere della Sera, ha analizzato la prima parte di Mondiale di Lionel Messi

Dopo il gol che ha sbloccato il suo Mondiale, Messi viene raccontato da Aldo Cazzullo sul Corriere della Sera, che parte dalla considerazione che «nonostante i 93 gol segnati in Nazionale, da ultimo quello al Messico decisivo per tenere in vita le speranze dell’Argentina, Leo – ma i compatrioti lo chiamano Lio – ha dovuto lottare moltissimo per dissipare l’aura di espatriato, se non di traditore.

Non era freddezza, era il contrario, emotività: con la Abiceleste non è riuscito sempre a
dare il massimo, proprio perché ci teneva troppo. E poi il peso della consacrazione, quella Coppa conquistata da Maradona ma non da lui, è sempre stato terribile».

News

video