Sampdoria, Ranieri: «Questi vogliono farmi morire. Torregrossa ottimo»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Claudio Ranieri, tecnico della Sampdoria, celebra la vittoria sull’Udinese arrivata con i gol di Candreva e Torregrossa: le sue parole

Claudio Ranieri ha parlato ai microfoni di DAZN dopo la vittoria della sua Sampdoria sull’Udinese. Le sue parole.

TORREGROSSA – «Con lui e Quagliarella, ma anche Keita e Gabbiadini, potrò cambiare qualcosa in fase offensiva. Sono tutti attaccanti di ottima qualità. L’importante è far quadrare la squadra e mantenere l’equilibrio. Sembra che sia stato sempre con noi. È arrivato, sorridente, sempre a disposizione. Avevo ottime referenze, mi piaceva come calciatore. Come uomo è solare, è apposto. Può stare bene con tutti: con Quagliarella, Keita e Gabbiadini. Può fare qualsiasi ruolo, mi permette di fare qualsiasi cosa. Speriamo che riesca a prendersi subito i novanta minuti che è l’unica cosa che gli manca».

QUAGLIARELLA – «Sul cambio ero concentrato a riprendere la squadra. Era triste? È comprensibile. Se uno ti cambia mentre stai perdendo puoi pensare che il tecnico non abbia fiducia in te. Ma io ho fiducia in lui, in quel momento avevo bisogno di altro là davanti. Per noi è il nostro campione, capitano, ci darà una grossa mano. E spero che ce la dia anche il prossimo come ha dichiarato sul suo profilo».

SCAVETTO DI CANDREVA – «Ho parlato al medico Baldari, gli ho detto di controllarmi che questi mi vogliono far morire».