Casillas: «Ecco perché Mourinho mi ha scaricato»

© foto www.imagephotoagency.it

Il portiere del Porto ha ripercorso gli ultimi anni al Real Madrid

Nuovi retroscena sul rapporto tra Iker Casillas e José Mourinho. A rivelarli è lo stesso portiere spagnolo, che ha rivelato alcuni particolari sulle tensioni con il tecnico portoghese ai tempi del Real Madrid: «C’era una situazione brutta, non ci parlavamo. Sicuramente ho sbagliato anche io in molte cose, ma non era facile andare avanti. Il nostro rapporto è cambiato tra settembre e dicembre del 2013: sono finito in panchina, perché non gli andava giù che parlassi con i giocatori del Barcellona, ma io sentivo Xavi e Puyol perché temevo che la Nazionale risentisse dei nostri problemi, delle tensioni tra Real Madrid e Barcellona e c’era un Europeo davanti. Cominciò a preferire gli altri portieri, sentivo in giro che io giocavo per decreto, poi arrivò il mio infortunio e ho sentito tante schifezze sul mio conto».

AMARA DECISIONE – Casillas, che è ripartito dal Porto, ha poi spiegato i motivi che lo hanno spinto a lasciare il Real Madrid e parlato del futuro: «La mia situazione era diventata viziata: non stavo bene a livello personale, ero sulla bocca di tutti e allora ho capito che era meglio andar via, ma non potrò mai parlar male del club. Futuro? Voglio giocare ancora tanti anni, almeno 4-5. Allenare il Real Madrid? Continuo a sentirmi un giocatore, vedremo cosa accadrà da qui a 10 anni».