Rimonta Lazio, rammarico Bologna! La Sampdoria scivola contro il Carpi

© foto www.imagephotoagency.it

Chievo ed Empoli non si fanno male: pareggio al Bentegodi

E sono 10! La Juventus non si ferma e batte l’Udinese, rovinandole la festa per l’inaugurazione della Dacia Arena. La squadra di Allegri, dunque, resta all’inseguimento del Napoli, ma soprattutto sorpassa in classifica l’Inter, sistemandosi da sola al secondo posto. La Lazio in rimonta strappa un pareggio al Bologna, mentre il Carpi a sorpresa batte in casa la Sampdoria. Chievo ed Empoli, invece, non si fanno male, mentre la Roma non riesce a spiccare il volo con Spalletti: finisce in pareggio la sfida contro il Verona ultimo in classifica.

BOLOGNA-LAZIO (2-2): Il match del Dall’Ara si mette subito e sorprendentemente in discesa per i padroni di casa. Al 2’, infatti, Giaccherini sblocca la partita con un calcio di punizione: “maledetta” da 30 metri per l’ex Juventus, che dopo il gol è corso ad abbracciare Donadoni, senza dubbio l’artefice della rinascita felsinea. Dai piedi di Giaccherini nasce poi il raddoppio: al 18’ scambia con Mounier, poi la palla filtrante arriva a Destro, che beffa la difesa della Lazio sulla linea del fuorigioco e trafigge Berisha. Il Bologna, però, si complica la vita e si fa rimontare dalla Lazio. Masina, infatti, atterra Klose in area di rigore, lascia il Bologna in inferiorità numerica e permette alla Lazio di accorciare le distanze al 71’ con Candreva dal dischetto. Poi arriva il gol del pareggio al 77’ con Lulic, che sfrutta nel migliore dei modi il cross di Klose, che aveva strappato la palla a Rossettini. Non sarà affatto contento Donadoni per i due punti gettati via, né Pioli per come s’era messa la partita.

CARPI-SAMPDORIA (2-1): Torna alla vittoria il Carpi e lo fa battendo la Sampdoria, che colleziona così la seconda sconfitta di fila. Non riesce a dare una svolta alla propria stagione la squadra di Montella, mentre quella di Castori lancia un segnale importante nella corsa per la salvezza. Il match si sblocca al 27’ con Lollo, che arriva sul pallone respinto da Silvestre dopo il tiro di Di Gaudio, si incunea tra Barreto e Correa e poi supera Viviano. Al 33’ Correa si riscatta eludendo la marcatura di Zaccardo e battendo Belec con un diagonale, ma il pareggio sfuma al 55’, quando il direttore di gara concede un calcio di rigore al Carpi per l’intervento di Fernando su Di Gaudio, che stava sfuggendo con una serpentina: esecuzione perfetta di Mbakogu, che spiazza il portiere blucerchiato. Il Carpi si complica la vita nel finale per via dell’espulsione all’86’ di Gagliolo, ma riesce difendere il risultato.

CHIEVO-EMPOLI (1-1): Non si fanno male le squadre di Maran e Giampaolo, che si trovano in una posizione tranquilla di classifica. Finisce con un pareggio al Bentegodi: apre subito le marcature Paloschi, che al 7’ trasforma in rete con un colpo di testa il grande cross di Pepe. Nel secondo tempo, invece, arriva il gol dell’Empoli con Tonelli, che al 47’ ribadisce in rete la palla che Bizzarri aveva respinto dopo il tiro di Zielinski. Hanno poco da recriminare entrambe le squadre: il pareggio è, infatti, il risultato più giusto per quanto mostrato in campo.