Rinvio serie A, Rivera: “Presidenti facciano ‘mea culpa'”

© foto www.imagephotoagency.it

Gianni Rivera, presidente del Settore Giovanile e Scolastico della Federcalcio e consigliere federale, ha spiegato le motivazioni che hanno portato al mancato accordo tra Lega di serie A e Assocalciatori per via del quale è stata rinviata la prima giornata di campionato: “La Lega con un sotterfugio vuole abolire il vincolo contrattuale con il giocatore. In questo modo, mettendo perennemente ‘fuori rosa’ un dipendente, lo si obbliga ad andare via, rendendo il contratto stipulato inutile – prosegue Rivera -. E’ vero che le società  sono in perdita e cercano una nuova organizzazione ma questo è un problema loro. Sono i presidenti che firmano i contratti e che pagano gli stipendi. I problemi economici sono solo colpa loro. Devono fare ‘mea culpa’ e iniziare a pensare che non possono fare il passo più lungo della gamba”.