Le pagelle: Roma – Verona

© foto www.imagephotoagency.it

E’ Pawel Wszolek il migliore in campo tra Roma e Verona. Dall’inviato allo stadio Olimpico di Roma Massimiliano Bruno

Gara sbloccata dalla rete di Nainggolan propiziata dalla giocata super di De Rossi, poi il meritato pareggio del Verona con Pazzini, che trasforma un calcio di rigore concesso per fallo di Castan (il peggiore in campo) su Wszolek (il migliore). La Roma è in piena crisi di gioco e risultati, fermata tra le mura dell’Olimpico dall’ultima forza della classifica: lavoro duro in vista per il nuovo allenatore Luciano Spalletti.

Roma (4-2-3-1): Szczesny 6.5; Torosidis 5.5 (al 73’ Iago Falque s.v.), Manolas 6.5, Castan 4.5 (al 66’ Rudiger 6), Digne 5; De Rossi 6.5, Pjanic 5; Salah 5.5, Nainggolan 6, Florenzi 6; Dzeko 4.5

Hellas Verona (3-5-2): Gollini 6.5; Bianchetti 5.5 (al 46’ Fares 6), Moras 6, Helander 6; Sala 6.5, Wszolek 7 (al 73’ Gomez s.v.), Greco 6, Ionita 6, Emanuelson 5 (al 46’ Hallfredsson 6.5); Rebic 6.5, Pazzini 6.5

ROMA – IL MIGLIORE

De Rossi 6.5: E’ la sua grande giocata a sbloccare una gara tutt’altro che scontata considerando il livello della prestazione offerto dalla Roma fino a quel momento e nel complesso della sfida: stop volante e colpo di tacco a suggerire per l’inserimento vincente di Nainggolan. Nel resto della partita è apparso più nel vivo del gioco di quanto gli capitasse con Garcia, dove era limitato di fatto a mansioni prettamente difensive.

ROMA – IL PEGGIORE

Castan 4.5: La scelta di Spalletti non paga: il brasiliano viene rilanciato in luogo di Rudiger, già nel primo tempo appare assolutamente insicuro e al 16’ minuto la combina grossa lanciando di fatto Wszolek a tu per tu con Szczensy, provvidenziale l’intervento del portiere polacco. Nella ripresa fa la frittata entrando in gioco falloso ancora su Wszolek in piena area di rigore: il tecnico di Certaldo si ravvede e lo richiama in panchina preferendogli l’escluso Rudiger.

HELLAS VERONA – IL MIGLIORE

Wszolek 7: Per distacco il migliore del suo Verona: premiato dall’assetto di Delneri che opta per rapide ripartenze sul fronte destro, il polacco – che parte da mezzala ma si allarga sulla corsia formando un vero e proprio binario con Sala in fase di possesso – sfonda con relativa semplicità costringendo più volte Szczesny al grande intervento. Si procura poi, con l’ennesima discesa sulla corsia, il calcio di rigore trasformato da Pazzini.

HELLAS VERONA – IL PEGGIORE

Emanuelson 5: Se Wszolek fa il bello e cattivo tempo sulla corsia d’appartenenza, dall’altra parte con Emanuelson non accade un bel nulla: l’esterno sinistro avrebbe peraltro la facoltà di proporsi nella metà campo avversaria considerata la posizione decisamente bassa tenuta dall’opposto Torosidis, eppure se ne sta sulle sue senza peraltro brillare in disimpegno. Delneri cambia all’intervallo e lo lascia negli spogliatoi.

TABELLINO – ROMA – HELLAS VERONA 1-1

Marcatori: Nainggolan (R) 40’, Pazzini (V) 60’ rig.

Ammoniti: Hellas Verona – Sala, Greco

Espulsi:

Roma (4-2-3-1): Szczesny; Torosidis (al 73’ Iago Falque), Manolas, Castan (al 66’ Rudiger), Digne; De Rossi, Pjanic; Salah, Nainggolan, Florenzi; Dzeko. In panchina: De Sanctis, Lobont, Gyomber, Emerson, Marchizza, Vainqueur, D’Urso, Soleri, Totti, Sadiq. Allenatore: Luciano Spalletti

Hellas Verona (3-5-2): Gollini; Bianchetti (al 46’ Fares), Moras, Helander; Sala, Wszolek (al 73’ Gomez), Greco, Ionita, Emanuelson (al 46’ Hallfredsson); Rebic, Pazzini. In panchina: Rafael, Coppola, Zaccagni, Winck, Checchin, Jankovic, Riccardi. Allenatore: Luigi Delneri