Globalizzazione Roma: solo 4 italiani

© foto www.imagephotoagency.it

Nella rosa ci sono i rappresentanti di ben 14 Paesi

La globalizzazione colpisce anche Trigoria: la Roma, infatti, non è stata risparmiata da questo fenomeno che sta condizionando pure il calcio. Il club di James Pallotta, anzi, è uno di quelli con il maggior numero di calciatori stranieri nella rosa. Nella scorsa stagione ci sono state partite nelle quali la Roma è scesa in campo con una formazione costituita interamente da giocatori di nazionalità straniera. E nella prossima stagione, se dovesse andare via Morgan De Sanctis, resterebbero quattro italiani solamente nel gruppo giallorosso. Cioè i tre romani – Daniele De Rossi, Alessandro Florenzi e Francesco Totti – più Stephan El Shaarawy.

MULTINAZIONALE DEL PALLONE – Un dato che rischia di complicare la situazione in casa Roma, visto che le nuove regole della FIGC impongono che le rose debbano essere formate da 4 giocatori formati nel vivaio e 4 in Italia, da aggiungere a Radja Nainggolan e il Faraone. Il direttore sportivo Walter Sabatini dovrà ricorrere al calciomercato, altrimenti, come riporta il Corriere dello Sport, dovrà iscrivere una lista di 22 giocatori a cui aggiungere qualcuno della Primavera. E, in effetti, la Roma storicamente ha sempre attinto dal settore giovanile. Il mercato comunque è ancora lungo, per cui la mappa della rosa può cambiare ancora.