Sala sul nuovo stadio: «San Siro? Voglio essere sicuro che non si possa salvare»

© foto www.imagephotoagency.it

Beppe Sala ha fatto il punto sulla questione stadio dopo l’incontro avvenuto a Palazzo Marino tra Inter e Milan

Beppe Sala non era presente oggi all’incontro avvenuto a Palazzo Marino tra Inter, Milan e la rappresentanza del Comune di Milano, ma ha voluto comunque dire la sua sui progressi fatti per il nuovo stadio dei due club. Le sue parole.

SAN SIRO – «Non voglio essere radicalmente contrario all’idea dell’ abbattimento di San Siro, sarebbe una cosa di scarso buon senso, ma voglio essere sicuro che non si possa salvare. Mi pare che il passo avanti è che le squadre considerano di fare un’analisi tecnica del fatto che una soluzione ci sia. Poi se saremo tutti convinti che è una follia perché costa troppi soldi salvarlo, assolutamente. Poi rimane il fatto che oggi partiamo da una situazione in cui abbiamo un asset, parlo non dei conti del Comune, ma dei conti di Milano, che vale 100 milioni a patrimonio, e vale entrate per 10 milioni all’anno, di cui 5 vanno in manutenzione. Domani è zero patrimonio, perché lo stadio rimane alle squadre, e zero ricavi, perché l’affitto ce lo pagherebbero dopo 32 o 33 anni. C’è una differenza, per cui bisogna trovare una soluzione. Il tutto su un terreno nostro. Quindi a me pare di stare difendendo solo l’interesse pubblico. Credo che si possa trovare un punto di arrivo comune»