Serie A, 28^ giornata: Fiorentina perfetta, Lazio superata

© foto www.imagephotoagency.it

SERIE A LAZIO 0-2 FIORENTINA – La Fiorentina di Vincenzo Montella batte la Lazio per 2-0 all’Olimpico e, in un colpo solo, supera i biancocelesti e l’Inter in classifica, ed ora mette nel mirino il Milan per il terzo posto in classifica. Una lotta serrata per l’Europa quella che vede coinvolte le prime squadre della graduatoria, ma i viola oggi hanno dimostrato di avere ancora benzina in corpo e le giocate di Borja Valero sono sempre un valore aggiunto. Decisivi oggi i gol di Jovetic e Ljajic, con gli uomini di Petkovic che non hanno mai avuto una vera reazione, forse stanchi dall’impegno europeo contro lo Stoccarda.

JOVETIC LA SBLOCCA – La Fiorentina scende in campo con il piglio giusto e riesce a prendere subito in mano il pallino del gioco. La sfera viene fatta girare dagli uomini in viola, nonostante Pizarro sbagli qualche tocco di troppo rispetto al suo solito. Il cileno e Borja Valero riescono comunque a costruire gioco, al contrario di Hernanes e Ledesma, un po’ appannati forse dall’impegno europeo di giovedì scorso. La Fiorentina riesce spesso a sfruttare anche gli inserimenti degli esterni, con Ljajic che spesso si defila a sinistra e crea superiorità numerica con Pasqual, mentre a destra è Cuadrado a presidiare la fascia, ed a provare anche un tentativo velleitario intorno al 15′, che Marchetti però controlla abilmente. Sale il tono della gara da parte della Fiorentina, con Borja Valero che sale in cattedra e detta i tempi della squadra. È proprio dello spagnolo il velo che libera Stevan Jovetic al limite dell’area al 20′, con il montenegrino che ha spazio per tentare la conclusione di sinistro: colpo da biliardo alla sinistra del portiere della Lazio che nulla può sulla traiettoria. La formazione ospite non si lmiita poi solamente a gestire il risultato e prova ad affondare il colpo in più occasioni, con una buona palla gol che capita ancora a Jovetic sugli sviluppi di un corner, ma è abile la difesa laziale a rimettere la palla in corner, mentre a centro area si strattonavano vistosamente Dias e Gonzalo Rodriguez. Nel finale della prima frazione prova a far salire il ritmo della gara la  Lazio, con la difesa della Fiorentina che in affanno riesce a liberare in più occasioni.

LJAJIC LA CHIUDE – Petkovic opta subito per un cambio, con il deludente Ederson che lascia il posto a Kozak, ed i capitolini che passano ad un modulo con due attaccanti. Tuttavia, con la Lazio deve ancora metabolizzare il nuovo assetto tattico, arriva la mazzata viola, stavolta direttamente da calcio piazzato: Ljajic trova la zolla giusta e sfrutta anche un errore di piazzamento della barriera e di Marchetti, che abbandona il proprio palo e viene beffato dalla prodezza balistica del serbo (a segno anche all’andata). La Lazio vede sfilare via un piazzamento europeo e la gara si innervosisce, con Hernanes che, un po’ per stanchezza e un po’ per trance agonistica, rimedia un giallo evitabile per un brutto fallo su Cuadrado (l’ex São Paulo era diffidato e dovrà saltare la prossima giornata, ndr). Petkovic capisce l’aria che tira e, per evitare ulteriori danni, cambia il brasiliano per il nigeriano Onazi, mentre poco più tardi Montella inserirà Llama per Ljajic, in maniera da garantire maggiore copertura al centrocampo. C’è spazio poi anche per il rientro in campo di Mauri, recuperato dopo l’infortunio che lo ha tenuto fuori diverse settimane, che subentra per Ledesma, con la fascia da capitano che passa a Gonzalez. La Lazio sale un po’ di tono nel finale, con Montella che, negli ultimi minuti, si copre con gli inserimenti di Romulo e Sissoko. Occasionissima nel finale per la squadra di casa, ma Viviano ci mette una pezza sul tiro ravvicinato di Kozak.

Potete leggere anche le pagelle dell’incontro.

IL TABELLINO:

Lazio 0-2 Fiorentina

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Radu, Dias, Çana, Pereirinha; Gonzalez, Ledesma (Mauri dal 68′); Lulic, Hernanes (Onazi dal 57′), Ederson (Kozak dal 46′); Floccari. A disposizione: Bizzarri, Straicosha, Ciani, Biava, Saha. Allenatore: Vladimir Petkovic.

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Tomovic; Pasqual,  Borja Valero (Sissoko dal 87′), Pizarro, Migliaccio, Cuadrado (Romulo dal 85′); Ljajic (Llama dal 65′), Jovetic. A disposizione: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Compper, Fernandez, Wolski, Larrondo, Toni. Allenatore: Vincenzo Montella.

Marcatori: Jovetic (F) 20′, Ljajic (F) 50′.
Ammoniti: Hernanes, Dias, Gonzalez, Çana (L); Romulo (F).