Serie A, 28^ giornata: Lazio – Fiorentina, le pagelle

© foto www.imagephotoagency.it

PAGELLE LAZIO FIORENTINA – Queste le pagelle della gara terminata 0-2 per la Fiorentina, relativa al posticipo serale della 28^ giornata contro la Lazio. Hanno avuto la meglio gli uomini di Montella, che così superano Lazio ed Inter in un colpo solo in classifica.

FIORENTINA:

Viviano 6: non particolarmente impegnato, non si dimostra però particolarmente reattivo in alcuni frangenti. Grande parata nel finale.
Savic 6: nessuna particolare sbavatura da parte del montenegrino che presidia la sua area di campo in maniera ordinata e diligente.
Gonzalo Rodriguez 6,5: solita presenza sia a livello difensivo sia offensivo quando c’è da spingere sulle palle alte. Perde a volte l’uomo a fine primo tempo, ma ci mette sempre una pezza e fa ripartire bene l’azione.
Tomovic 5,5: il meno preciso dei tre della linea difensiva sia in fase di disimpegno sia in chiusura.
Pasqual 6,5: moto perpetuo sulla corsia sinistra, nel primo tempo offre spesso la superiorità numerica sfruttando la presenza di Lajajic ed inguaia Pereirinha.
Borja Valero 7: un maestro di calcio con una classe sopraffina, fa girare l’intera squadra ed il velo che porta al gol di Jovetic è geniale. Pare fare tutte le cose, anche quelle complesse, con le pulsazioni a 60.  (Sissoko dal 87′ s.v.)
Pizarro 6: cresce nel secondo tempo, con la solita personalità dirompente, ma nel primo tempo cincischia un po’ troppo e perde qualche pallone pericoloso.
Migliaccio 6,5: grande partita di quantità da parte del mediano sosia di Vin Diesel, copre sempre quando Borja Valero o Pizarro si gettano nella mischia.
Cuadrado 6,5: ogniqualvolta tocca il pallone pare possa creare un pericolo, anche se oggi non riesce a spingere in maniera efficace, complice anche la buona partita di Radu. Vince spesso i contrasti fisici ed aiuta in copertura. (Romulo dal 85′ s.v.)
Ljajic 7: primo tempo non perfetto da parte del serbo, che ci prova spesso la giocata di estro, ma troppe volte finisce per essere fumosa. Aiuta bene Pasqual a sinistra in fase di spinta. Serve l’assist per il gol di Jovetic. Ha il grande merito di chiudere la gara su punizione in avvio di ripresa. (Llama dal 65′ 5,5: non si mette in particolare evidenza, si sacrifica per la squadra per gestire il risultato fino alla fine).
Jovetic 6,5: il montenegrino si sblocca nuovamente e sblocca la gara. Sempre presente e bravo anche nel pressing in fase offensiva, oggi è stato decisivo per la vittoria dei viola.

LAZIO:

Marchetti 5: nel primo tempo dà sicurezza alla difesa e risponde sempre presente, ha però qualche notevole responsabilità sulla punizione siglata da Ljajic sbagliando il proprio piazzamento tra i pali.
Pereirinha 5,5: il portoghese è molto attivo nei primi minuti in fase offensiva, ma poi cala col passare dei minuti. Prova a metterci una pezza quando avanzano Pasqual e Ljajic, ma non basta.
Çana 5,5: alterna interventi di grande esperienza ad altri che evidenziano come stia giocando fuori ruolo. Un po’ lento e legnoso, spesso viene saltato ed è costretto al fallo.
Dias 5: si agguanta con Gonzalo Rodriguez nel primo tempo e per poco non causa un penalty evitabile, non pare lucido e si vede.
Radu 6: buona partita del rumeno, propositivo quando deve spingere e attento in fase di copertura. Contiene le sfuriate di Cuadrado e ne limita l’efficacia.  
Gonzalez 5: brutta gara quella dell’uruguagio di questa sera, sbaglia molti appoggi ed in avanti ha più di un’occasione che poteva essere sfruttata in modo migliore.
Ledesma 5: l’argentino non pare quello che qualche settimana fa faceva girare tutta la mediana della Lazio, poco attento e concentrato (Mauri dal 68′ 5,5: torna dall’infortunio e questa è una buona notizia per la Lazio, ma entra quando ormai la gara è chiusa e non dà il suo apporto).
Ederson 5: anonimo, si vede solamente con un colpo di testa e poco più. (Kozak dal 46′ 5: il ceco è sfortunato perché la Fiorentina sigla il raddoppio poco dopo il suo ingresso, ma non riesce a dare peso in avanti come si aspettava forse Petkovic).
Hernanes 5: nervoso e senza particolari intuizioni, il numero 8 si è eclissato subito dopo il 2-0 della Fiorentina ed ha rimediato anche uno sciocco cartellino giallo che gli farà saltare la prossima partita. (Onazi dal 57′ 6: buon impatto con la gara, ci mette agonismo e dinamismo, da vedere dal primo minuto).
Lulic 5,5: il gol spettacolare della scorsa giornata è alle spalle, oggi il boemo non ha mai punto la difesa della Fiorentina. Si fa vedere nel finale, quando ormai è troppo tardi.
Floccari 6: si sbatte e fa a sportellate con la difesa della Fiorentina, va anche vicino al gol in più occasioni.

IL TABELLINO:

Lazio 0-2 Fiorentina

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Radu, Dias, Çana, Pereirinha; Gonzalez, Ledesma (Mauri dal 68′); Lulic, Hernanes (Onazi dal 57′), Ederson (Kozak dal 46′); Floccari. A disposizione: Bizzarri, Straicosha, Ciani, Biava, Saha. Allenatore: Vladimir Petkovic.

Fiorentina (3-5-2): Viviano; Savic, Rodriguez, Tomovic; Pasqual,  Borja Valero (Sissoko dal 87′), Pizarro, Migliaccio, Cuadrado (Romulo dal 85′); Ljajic (Llama dal 65′), Jovetic. A disposizione: Neto, Lupatelli, Roncaglia, Compper, Fernandez, Wolski, Larrondo, Toni. Allenatore: Vincenzo Montella.

Marcatori: Jovetic (F) 20′, Ljajic (F) 50′.
Ammoniti: Hernanes, Dias, Gonzalez, Çana (L); Romulo (F).