Serie A, un sogno chiamato scudetto. E’ il campionato più equilibrato del decennio?

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve è sempre favorita ma ha perso terreno, l’Inter non è riuscita ad approfittarne. Il Milan vola, il Sassuolo e l’Atalanta stupiscono

Lo dice la classifica e lo confermano i valori in campo, è il campionato più equilibrato degli ultimi anni e rischia di esserlo fino in fondo. Manca la grande favorita, perché la Juve pur partendo un passo avanti ha perso terreno e certezze in nome della rivoluzione tecnica e dell’organico. Sorprendono Milan e soprattutto Sassuolo, Pioli ha trovato la quadratura di una squadra giovane ma di qualità, dominata dalla leadership di Ibrahimovic, e dovrà dimostrare che quello contro il Lille è stato solo un passaggio a vuoto. Mentre De Zerbi sogna in grande, dopo un avvio di stagione pirotecnico, con un gruppo che gioca bene e a memoria, e Maxime Lopez valore aggiunto che forse mancava. L’Atalanta si sta confermando ai livelli della scorsa stagione, nonostante la cessione di Castagne e con un Ilicic ritrovato. 

La sconfitta rovinosa contro il Liverpool in Champions andrà vendicata immediatamente in campionato, contro l’Inter, ancora più delusa dall’Europa. E anche in campionato i nerazzurri sono ben più indietro del previsto, al sesto posto, con parecchi dubbi (Vidal, Eriksen e l’infortunio di Lukaku) e un 3-5-2 che non soddisfa i tifosi e probabilmente anche alcuni giocatori. La Lazio affonda, decimata anche dalle positività al Covid-19, mentre senza la sconfitta a tavolino col Verona (in zona Europa League con merito) la Roma sarebbe al secondo posto in classifica: Pedro, Dzeko e Mkhitaryan stanno facendo la differenza per Fonseca.