Skriniar ammette: «Io inamovibile? Cerco di dare sempre il massimo»

skriniar inter
© foto www.imagephotoagency.it

Direttamente dal ritiro della nazionale slovacca, Milan Skriniar ha rilasciato importanti dichiarazioni sulla sua prima stagione in nerazzurro

Nuove dichiarazioni da parte di Milan Skriniar direttamente dal ritiro della nazionale slovacca, che sarà tra breve impegnata nella King’s Cup. Il difensore dell‘Inter, nelle parole riportate dal portale Cas.sk, si sofferma particolarmente sul momento suo e del club: «L’inizio all’Inter è stato roboante, siamo arrivati addirittura al primo posto; non potevamo non dire che volevamo il titolo. Nel corso del cammino, però, non siamo riusciti a vincere le partite e abbiamo capito che la lotta per la Champions League sarebbe stata difficile, perché quattro-cinque squadre sono ancora in corsa. Speriamo di farcela».

Rimane il fatto che Skriniar, inizialmente accolto in maniera fredda e distaccata dagli interisti è diventato in poco tempo un beniamino del popolo nerazzurro:«Ma non direi di avere una posizione inamovibile nell’Inter. Voglio sempre dare il massimo, sono felice di aiutare la squadra e questo lo vedono sia i compagni sia l’allenatore. Quello che conta per me è la testa: devo prepararmi mentalmente bene per ogni partita o allenamento. Cerco sempre di migliorarmi».

Skriniar parla anche del modo di vivere il calcio in Italia: «Lì si vive per questo sport. Anche a Milano i fan ti fanno capire la tua popolarità. Non mi voglio considerare una stella, anche se posso dire che camminare per strada sta diventando sempre più difficile. Però per me non è un problema fare foto coi tifosi o scambiare qualche parola con loro».