Suarez ricorda: «Koeman mi ha telefonato per dirmi che dovevo andarmene dal Barcellona »

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Luis Suarez ha parlato sulle pagine di As della turbolenta estate che l’ha visto protagonista: le parole del Pistolero

Luis Suarez ha parlato sulle pagine di As della turbolenta estate che l’ha visto protagonista. Queste le sue parole.

KOEMAN – «Il mio rapporto con Koeman era basato sulla professionalità. Dopo che mi ha detto durante una telefonata che dovevo andarmene, gli ho detto che fino a quando il Barcellona non avesse trovato un’opzione adatta a me, avrei continuato ad allenarmi al club. In ogni caso avevamo stima reciproca: io verso di lui per la decisione che ha preso come allenatore, e lui verso di me perché soddisfacevo tutti i requisiti di un calciatore professionista e continuavo ad allenarmi senza preoccuparmi o lamentarmi. Ho trascorso tre settimane ad allenarmi con tutta la dedizione che mi si addice, senza dare alcun motivo di dubitare delle mie qualità. Tuttavia, sono stato mandato ad allenarmi separatamente ma mi sono comunque allenato al massimo. Ad un certo punto Koeman ha capito la mia situazione e quando è arrivato il momento, mi ha detto che se non avessimo trovato il club adatto per me, mi avrebbe lasciato restare al Barcellona. Poi tutto è cambiato con l’arrivo dell’Atletico Madrid. Questo club mi ha fatto sentire di nuovo un giocatore prezioso. Volevo trovare una soluzione subito e per fortuna l’abbiamo trovata».