Tavecchio: «Tecnologia in campo, l’Italia c’è»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente della FIGC scrive a Gianni Infantino, neo-presidente della FIFA

Nuova era al via per la FIFA, con Gianni Infantino eletto nuovo presidente nei giorni scorsi. Un’era che, anche dal punto di vista italiano, si spera possa portare novità e miglioramenti al sistema calcio, a partire dall’annoso tema della tecnologia in campo. Emergono, in tal senso, importanti dichiarazioni d’intenti da parte di Carlo Tavecchio, presidente della FIGC: il numero uno della Federcalcio si è rivolto allo stesso Infantino sottolineando la disponibilità italiana ad utilizzare la tecnologia in campo in un campionato professionistico.

PROGETTI E SPERIMENTAZIONI – Questo quanto scritto da Tavecchio al nuovo presidente della FIFA: «Con l’occasione desidero parteciparti che la Federazione, con il supporto delle sue componenti, segue già da anni, con crescente interesse, gli sviluppi dell’utilizzo dei sistemi tecnologici nel corso delle gare di calcio e, a tal fine, ha implementato progetti, concretizzatisi con sperimentazioni sul campo». Italia disponibile a sperimentare, dunque, per rendere più rari errori e polemiche legate agli arbitraggi.