Torino, Vives: «Beffati nel finale, ora la sosta»

© foto www.imagephotoagency.it

TORINO VIVES CAGLIARI – I granata di Giampiero Ventura ripartono da Cagliari a mani vuote, e fra i giocatori c’è chi si assume le proprie responsabilità.  Intervenuto ai microfoni del sito ufficiale del Torino, Giuseppe Vives, centrocampista dei granata, ha rilasciato queste dichiarazioni: «Noi vorremmo avere una classifica completamente diversa perchè quella attuale non premia il lavoro e i sacrifici che abbiamo fatto fino adesso. Ci prepariamo per giocare bene a calcio, lavoriamo per vincere consapevoli di esprimere un buon gioco, di avere una valida organizzazione però troppo spesso veniamo penalizzati dagli episodi. Oggi al Cagliari non abbiamo concesso praticamente nulla se non sulle due punizioni su cui hanno trovato i gol. Nel primo caso ero convinto di non aver fatto fallo, se non ho protestato è stato solo per evitare un’ammonizione sicura visto che l’arbitro ormai aveva fischiato e preso la decisione». 

LA SOSTA – Il centrocampista prosegue: «Ora c’è la sosta, utile per correggere i nostri errori, poi vogliamo immediatamente tornare a vincere perchè la Società, noi e la nostra gente meritiamo molto di più. Si sta male a giocare a calcio per 90 minuti e poi non portare a casa nulla. Bravi loro a contenerci perchè comunque abbiamo creato molte occasioni, purtroppo ci è mancato il colpo del ko e nel finale siamo stati beffati. Non ricordo parate importanti di Padelli, siamo stati condannati da due punizioni».