Italia, Albertini: «Conte ha ragione sul ‘tutti in azzurro’»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex centrocampista svela: «Io, precursore dell’abbraccio durante l’inno»

L’Italia ha già guadagnato il pass per gli ottavi di finale di Euro 2016 da prima della classe, anche senza dover aspettare la sfida contro l’Irlanda di O’Neill. Il commissario tecnico Antonio Conte però ha fatto una richiesta ben precisa al termine della sfida contro la Svezia: i tifosi con la maglia azzurra, tutti uniti. Sulla questione è intervenuto Demetrio Albertini a La Stampa: «Quando entri in campo con la maglia della Nazionale non ti senti mai solo perché, alle spalle, c’è l’intero Paese che ti spinge. Ma Conte ha ragione».

CONTINUA ALBERTINI«Riflessione che verrà accolta? Penso di sì, anche se noi non siamo abituati ‘culturalmente’ ad andare allo stadio con la maglietta del club o dell’Italia», prosegue l’ex centrocampista della Nazionale e del Milan. Albertini che è stato anche precursore dell’ormai abituale gesto dell’abbraccio al momento dell’inno: «Ricordo quando prima dell’Europeo del 2000 proposi ai miei compagni di abbracciarci durante l’inno: abbiamo cominciato e non ci siamo più fermati».