Zaccheroni: “Giapponesi talentuosi, unico limite il fisico”

© foto www.imagephotoagency.it

Alberto Zaccheroni, C.t. del Giappone, ha rilasciato alcune dichiarazioni a La Gazzetta dello Sport per parlare della sua esperienza nella Coppa d’Asia, trofeo che la squadra nipponica è chiamata a vincere: “Il mondiale sudafricano ha detto che l’Asia è la nuova frontiera. Il calcio sta compiendo passi da gigante. L’Asia è il continente dei grandi numeri: è il più grande, il più popoloso e ha le economie che vantano il maggior sviluppo. Tradotto nel calcio, significa avere base umana e strutture. Il Giappone è il Paese che nell’ultimo decennio è migliorato più di qualsiasi altro. à? stato sfruttato bene il mondiale del 2002 partendo dalla base: le accademie di calcio. Il sistema scolastico assomiglia a quello americano, con i college dove si pratica moltissimo sport. Oggi i calciatori giapponesi hanno tecnica e tattica. L’esperienza sta migliorando con l’emigrazione dei migliori talenti all’estero. La Germania è la meta preferita: sei calciatori della mia squadra, Uchida, Makino, Kagawa, Osogai, Hasebe e Okazaki, giocano nella Bundesliga. L’unico limite è il fisico. Lavoriamo per il futuro: prima la Coppa d’Asia, poi la Coppa America in estate. La squadra ha una media età  di 24,8 anni. Il traguardo è il mondiale brasiliano del 2014”.