Zamparini: «Vendo il club. Lega illogica»

© foto www.imagephotoagency.it

Il presidente del Palermo ne ha per tutti: «Vazquez lo dovrei vendere a più di 25 milioni»

Quando Maurizio Zamparini apre bocca si sa già che il presidente del Palermo non dirà cose banali. E infatti oggi Zamparini ha parlato del Palermo e della sua volontà di vendere la squadra: «Ci sono in corso delle trattative, ho bisogno di lasciare il calcio perché non ce la faccio. Ho bisogno di imprenditori nuovi che aiuterò comunque a inserire nel nostro calcio, però devo vendere. Voglio pensare a altro». Che cosa è questo “altro” Zamparini lo ha spiegato: «Ora comanda la confusione, io voglio vendere e fare l’opinionista tra qualche anno. Vazquez? Lo vogliono in Premier League e lo ha sondato il Milan ma la trattativa coi cinesi sta frenando. Vazquez vale più di venticinque milioni di euro ma se alzassi il prezzo nessuno lo comprerebbe».

VULCANICO ZAMPARINI – Zamparini ne ha per tutti, il presidente del Palermo ha parlato anche della Lega: «Non vado più in assemblea perché non c’è più logica, è un casino. Dovremmo riformare tutto ma è difficile, ci vorrebbe un presidente competente e dirigenti di massimo livello. Oggi si tutelano solo gli interessi delle grandi e non c’è futuro, la Lega andrebbe commissariata». Infine a Radio Kiss Kiss Zamparini si è soffermato su qualche affare storico di calciomercato: «Non ho svenduto Cavani, il prezzo lo fissa il mercato. Stavo per venderlo al Manchester City che gli preferì Balotelli. De Laurentiis mi pagò 17 milioni ma è un signore e mi disse che me ne avrebbe dato un altro se Cavani si fosse dimostrato forte, quindi incassai 18 milioni».