A tutto Menez: «Totti il migliore con cui ho giocato. Ancelotti? Quante risate ai barbecue»

Menez
© foto www.imagephotoagency.it

Jeremy Menez si è raccontato ai microfoni di France Football parlando della sua esperienza alla Roma e al Psg

Lunga intervista a Jeremy Menez sulle pagine di France Football. Queste gli aneddoti e le curiosità raccontate dal francese.

ANCELOTTI – «Ho amato molto Carlo Ancelotti. Adoro il suo lato umano. Nel calcio, è più importante della tattica. Quando sai come gestire un gruppo, hai vinto tutto. Ancelotti veniva ai nostri barbecue, parlava con tutti, cantava davanti a tutto il gruppo, era davvero bello. C’è un confine con lui, rimane l’allenatore, ma può fare anche altro, sta a te non andare oltre. Mi è piaciuto molto lavorare con lui».

TOTTI – «Sono arrivato a Roma quando avevo 21 anni, e immediatamente ho avuto modo di conoscere Totti, il giocatore che ho visto su L’Equipe ogni settimana, il re della città eterna. Ho scoperto una persona molto semplice, di grande classe. E mi ha preso subito sotto la sua ala protettrice, così come i suoi genitori. Abbiamo instaurato un vero rapporto di amicizia: mi faceva troppo ridere. Mi ha subito messo a mio agio, era una persona molto aperta. Abbiamo sempre giocato a poker con la squadra, ci siamo divertiti. Poi in campo Totti era impressionante, metteva tutti in porta con un tocco. E mi coinvolgeva. Gli piaceva giocare con me»