Atalanta, Bonaventura: «Sto benissimo a Bergamo. Su Prandelli e i tifosi…»

© foto www.imagephotoagency.it

ATALANTA SERIE A BONAVENTURA – Al termine del match con la Sampdoria, Giacomo Bonaventura, centrocampista dell’Atalanta, si è soffermato a parlare ai microfoni di CalcioNews24: «Al di là del gol, che fa sempre piacere, sonoveramente contento per la prestazione della squadra. E’ stata una bellissima giornata per tutti noi».

CHE MOMENTO! – «Prandelli? La sua presenza è un ulteriore motivo d’orgoglio. Con la salvezza quasi raggiunta, per noi è più facile giocare in questo modo, specie in casa, davanti ai  nostri tifosi. Ciò, però, non significa abbassare la soglia dell’attenzione. Bisogna sfruttare questo bellissimo momento psicofisico, a partire dalla gara di domenica con l’Inter».

OBIETTIVI – «Accontentarci sarebbe sbagliato, sia a livello personale che per l’Atalanta, che noi giocatori abbiamo il dovere di portare in alto, dove merita di stare. Per me sono stati sette giorni fantastici: prima lo stage e poi questa vittoria con gol alla Sampdoria. Sto bene fisicamente, sono sereno e gioco con tranquillità. Spero di dare ancora tanto prima di finire la stagione».

SOGNO – «Prandelli a me e agli altri ha detto di stare tranquilli e impegnarci al massimo perché c’è ancora qualche posto libero per il Mondiale. Per quanto riguarda il mercato, io penso al presente e non al futuro. All’Atalanta sto benissimo, sono felice di quello che mi sta capitando e se qualcuno vorrà comprarmi se ne discuterà con la società. E’ un po’ di anni che gioco su livelli importanti e ci sta che qualcuno possa interessarsi. Vedremo, io non mi lamento di stare qua: l’Atalanta sotto certi punti di vista è meglio delle grandi squadre. Il pubblico non perde occasione per dimostarlo e anche l’organizzazione e l’ambiente sono fantastici».